Utente 425XXX
Ho preso da quasi un anno la malattia di Bornholm, che si manifesta proprio con quei dolori intercostali lancinanti e a volte con febbre, la cosiddetta "presa del diavolo", per poi puntualmente sparire entro due giorni anche grazie agli antinfiammatori. Mi torna con una cadenza quasi costante di ogni mese e mezzo/due mesi ! Probabilmente e' molto facile che l'abbia presa in palestra, unico luogo piu' affollato che frequento , ma la mia domanda da ignorante e' : e' possibile che vengo a contatto magari con oggetti o luoghi infettati ripetutamente e quindi ricontraggo il virus ogni volta? Oppure e' bastato che l'abbia preso una volta sola e continua ad essere in circolo? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
So bene come si manifesta la Malattia di Bornholm, che è una miosite virale del petto, chiamata prima "pleurodinia epidemica" e sostenuta dai virus Coxsackie, citolitici, e dagli Echovirus.
I dolori rispondono bene agli antiinfiammatori non steroidei (FANS) ma la durata è breve nella migliore delle ipotesi potendo la sintomatologia protrarsi anche per un mese e necessitando a volte di analgesici oppioidi, come la Codeina o l'associazione Oxicodone/Naloxone.
Malattia contagiosissima, dunque epidemica, evoca una immunità che però è relativa ai ceppi infettanti e non ai numerosi altri ceppi in circolazione.
Se lei mi parla di sintomi "ciclici" ogni 45 - 60 gg, più che a infezioni ripetute penserei a una cronicizzazione o ad un danno muscolare virale.
La titolazione delgli anticorpi anti Coxsackie virus ed Echovirus (IgM+IgG) può orientare quando effettuata durante le riesacerbazioni.
La cultura virale è possibile da campioni di feci o tampone faringeo, ma effettuabile solo in laboratori di II e III livello.
Utile una valutazione RM della parete toracica per valutare eventuali danni muscolari responsabili delle cicliche ricomparse del dolore.
Parli con il medico curante di tutto ciò e mi faccia sapere se vuole.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille Dottore , ma cosa intende per eventuali danni muscolari? Sono stato visitato anche da un neurologo che mi ha diagnosticato la malattia e non mi ha parlato di questo..
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
danni alle fibre muscolari: il virus è citolitico, uccide le cellule muscolari, e come è noto queste non ricrescono più e compare fibrosi.
Comunque ne parli prima con il neurologo: io per vi telematica posso fare ben poco.
Faccia sapere se vuole.

Cari saluti,
Dr. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie le faro' sapere. Ultima domanda: un po' di tempo fa ho avuto, seppur in forma lieve, una pericardite proprio in concomitanza con questi dolori intercostali e decimi di febbre, e so che questa e' una complicanza diretta del virus di Bornholm. Il cardiologo mi ha trovato i "foglietti" della membrana del pericardio piu' ispessiti subito dopo una manifestazione di Bornholm, poi invece (dopo aver fatto una cura di antinfiammatori) passati due mesi , quando sono ricomparsi gli stessi identici sintomi tipici della malattia ne' piu' ne' meno dell'ultima volta, sono tornato dal cardiologo per accertarmi del fatto che questa volta non fosse accompagnata da pericardite e per fortuna non vi era piu' traccia! Pero' le chiedo se, a parita' di sintomi, l'ecocardiogramma e' l'unico modo per capire se la malattia viene accompagnata da pericardite ? Perche ripeto i sintomi sono sempre uguali!! Cosa ne pensa? Grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
L'ecocardiogramma è una modalità eccellente, associata alla clinica, per diagnosticare una pericardite.
E' chiaro che risentendo molto della esperienza dell'operatore e della scelta della finestra ecografica, si scelga un cardioecografista che non sia un novellino.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille Dottore , ma cosa intende per eventuali danni muscolari? Sono stato visitato anche da un neurologo che mi ha diagnosticato la malattia e non mi ha parlato di questo..
[#7] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Ok! Grazie per la sua disponibilita'
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Buona giornata,
Dr. Caldarola.
[#9] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Comunque ho parlato con in neurologo che mi ha visitato e lui mi ha detto che Bornholm prende piu' le articolazioni quindi esclude danni muscolari virali con conseguente fibrosi ! La volevo aggiornare, grazie per la pazienza
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Replichi al suo neurologo dicendogli che la malattia di Bornholm, sempre che di quella si tratti a fronte degli ultimi aggiornamenti, è una MIOSITE dei muscoli toracici e l'interessamento articolare non è certo causa dei dolori insopportabili che i pazienti manifestano.
Nè basta la diagnosi clinica come abbiamo chiarito.
Volevo aggiornarla anche io in merito alla questione in oggetto.

Tanti saluti,
Dott. Caldarola.
[#11] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie ancora per il supporto, glielo faro' presente