Utente 425XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni e per la prima volta sto avendo problemi con il sesso. Premetto che con la prima partner con cui ho avuto rapporti soffrivo di eiaculazione precoce, alla quale rimediavo avendo più di un rapporto consecutivamente. Dopo un anno di "pausa" ho intrapreso una nuova relazione, e per 3-4 mesi ho avuto molto spesso rapporti senza presentare alcun tipo di problemi, ne di eiaculazione precoce ne di disfunzione erettile. È da due settimane che sorge il problema: ho avuto un primo caso di perdita dell'erezione, al quale si sono accompagnati fastidi al testicolo destro e al pube, sempre sul lato destro. Dopo un consulto dal medico e una cura a base di lexofloxacin (secondo lei avevo un infiammazione/infezione) durata 7 giorni, sono tornato ad avere rapporti in maniera sana, tornando peró a soffrire di eiaculazione precoce. Oggi, dopo 2 giorni dal termine della cura, sono di nuovo incappato in una perdita dell'erezione, accompagnata nuovamente dal dolore al testicolo (che avevo comunque continuato ad avvertire anche durante la cura). Inoltre noto secchezze del glande,lieve gonfiore e rossore del prepuzio,calo della libido.

Secondo voi può esserci correlazione tra i fatti o è un mero fattore psicologico a causarmi problemi? Cosa dovrei fare?

Grazie per l'attenzione!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mauro Seveso
36% attività
12% attualità
16% socialità
CASTELLANZA (VA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente
La perdita di erezione associata ad un dolore a livello del testicolo, oltre alle problematiche da lei descritte a cariche del pene, fanno supporre un disturbo infiammatorio a carico del basso tratto urinario ( prostata) . Sarà utile escludere prima di tutto la presenza di una infezione a livello urinario e nello sperma e successivamente sottoporsi ad un esame specialistico per valutare L' integrità della ghiandola prostatica e dei genitali esterni .
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la sua risposta.
Per sapere se è presente o meno una delle suddette infezioni, devo rivolgermi al medico di base?
[#3] dopo  
Dr. Mauro Seveso
36% attività
12% attualità
16% socialità
CASTELLANZA (VA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Buonasera
Per la richiesta degli esami eseguibili tramite il sistema sanitario nazionale può tranquillamente rivolgersi al suo medico di base