Utente 792XXX
a seguito fibrillazione atriale persistente ho effettuato la cardioversione elettrica con risultato positivo.
Ho continuato e continuo a prendere il coumadin.Dopo quaranta giorni devo continuare a prenderlo col ritmo sinusale o prendere altro?E' consigliabile l'almarytm o similari?Da considerare che vi è anche lieve insufficienza renale.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la terapia anticoagulante può anche essere prescritta a lungo se oltre alla fibrillazione siano presenti altri fattori di rischio cardioembolico come valvulopatie o ischemia miocardica. Anche per quanto riguarda le opzioni terapeutiche, sarebbe preferibile che Lei ci indicasse con più precisione la sua storia clinica e la terapia in atto per darle opportuni consigli.
Resto in attesa di sue notizie.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 792XXX

Iscritto dal 2008
dopo la cardioversione ho ripreso il ritmo sinusale.Prendo losaprex 100, congescor 2,5 e coumadin-Dovendo stabilire per il prosieguo vi è l'indecisione se eliminare il coumadin e dare per esempio isobustrin,non solo, ma anche se ritmonorm o almarytm, anche con il betabloccante.
il discorso si pone onde possibilmente evitare ricadute come già è successo la prima volta dopo sei mesi.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la terapia con coumadin (anticoagulante)va continuata o sostituita con un antiaggregante in base al rischio di eventuali rischi di recidive e di patologie a rischio cardioembolico. Visto il suo caso (di seconda recidiva come ho capito) molto probabilmente le verrà indicata la continuazione della terapia anticoagulante. Circa l'eventuale profilassi antiaritmica, sarà necessario praticare un Holter ECG e se le condizioni fisiche lo permettono anche un test da sforzo per effettuare un corretta valutazione prognostica del suo rischio aritmico.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 792XXX

Iscritto dal 2008
invio a tutto lo staff le mie più vive congratulazioni ed il mio sentito apprezzamento per così squisita gentilezza.
Da precisare che l'utente può godere di altri maggiori vantaggi ma preferisce rivolgersi a chi sente vicino con la consapevolezza che il parere è genuino e quasi fraterno.
In un mondo del genere che ci circonda non sembra vero che risorga l'antica solidarietà e la spontanea dichiarata disposizione ad aiutare chi soffre.
Per me che sono cattolico praticante possa il Signore ricompensarVi come meritate ed aiutarvi nella vostra opera meritoria per lungo tempo.
più che affettuosamente auguri per tutti e per tutto