Utente 425XXX
Salve Egr.i Dottori,
il 20 settembre ho subito una circoncisione parziale in clinica privata per fimosi e allungamento del frenulo.
I primi tre giorni ho avuto qualche problema a dormire ma dopo nessun problema eccetto dei gonfiori che sono spariti quasi del tutto, adesso sono quasi impercettibili, ieri. 3 giorni fa sono andato a controllo e mi hanno detto che era tutto ok e che entro altri 15 giorni sarebbero caduti i punti restanti e tornato al 100%. Il problema è che da quando il gonfiore è sparito quasi del tutto ho serie difficoltà a raggiungere la corona(a volte riesco a volte no) e in questo modo disinfettare il tutto. Oggi in particolare ho avuto un problema, causa erezione spontanea. Una ferita che si stava cicatrizzando, che aveva preso il posto di un punto, credo si sia aperta perché sotto acqua e acqua ossigenata brucia molto. In più ho dei fastidi dove si trova l'apertura uretrale da quando questo è successo. Ho notato anche, dato che mi trovavo ho provato anche a disinfettare, con pene in erezione non riesco a scoprire il glande(nel senso che non riesco ad arrivare oltre la metà della testa del glande, poco più di quanto sia scoperto in erezione di norma), è anche vero che un po' per il bruciore non ho provato affondo, però comunque non credo sia normale dopo 18 giorni. In qualunque caso non ho perdita di sangue dalla ferita che brucia quindi non mi preoccupa molto Mi preoccupa di più il fastidio che provo sull'apertura... Non so se sia normale.
Volevo comunque aggiungere che in ogni medicazione, in media 3 al giorno ne faccio, ritrovo dei residui che non sembrano sangue ma un misto fra sangue e altro, non saprei cosa, che sinceramente ho provato ad odorare ma non ho saputo riconoscerne l'odore, al controllo il medico non ci ha dato molto peso dato che era presente anche al controllo... Potrebbero essere delle complicazioni oppure è normale questo?
Di norma, dopo l'intervento, quando si può essere di nuovo attivi sessualmente? Il medico dice appena tutti i punti sono caduti, è così oppure conviene aspettare qualche giorno in più?
Grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,mi sembra che il chirurgo operatore sia correttamente orientato sui modi ed i tempi del post operatorio.Le erezioni spontanee possono ritardare il processo di cicatrizzazione e dar luogo a delle micro emorragie o essudazioni ma,tra qualche giorno potrà,finalmente,valutare la riuscita dell'intervento,testimoniata dalla agevole evaginazione del prepuzio sul glande.Cordialità