paura  
 
Utente 296XXX
Buongiorno sono una ragazza di 28 anni e il 1 di agosto mi sono fratturata il ginocchio e ho fatto 60 giorni di punture di fluxum. Ho portato 20 giorni il gesso e poi il tutore. Il 30 settembre l'ortopedico ha detto che posso poggiare il piede e camminare con il tutore completamente sbloccato sempre con le due stampelle. Di notte e qualche volta per uscire lo posso togliere. Mi ha sospeso le punture di eparina. Siccome sono molto ansiosa ho paura di una trombosi e di un embolia polmonare. Può accadere se cammino con il tutore e le due stampelle? Faccio la fisioterpia e il piede è leggemrente più gonfio dell'atro però lo muovo bene e il colorito è rosa. Ho letto su internet che l'eparina non va sospesa finchè non si riprende a camminare normalmente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
comprenderà la difficoltà di fornire a distanza pareri che siano diversi da quelli di chi La sta seguendo dal vivo.
In linea di principio la ripresa di una deambulazione attiva potrebbe essere il momento in cui la profilassi tromboembolica potrebbe essere dismessa.
Un controllo ecocolordoppler potrebbe essere prudenzialmente opportuno, come pure l'uso di una calza elastica il cui tipo va opportunamente individuato.