Utente 380XXX
Salve, ho un "problema" che per alcuni non potrà esserlo ma che per me è molto limitante.

Ho problemi nell'avere rapporti sessuali con la mia ragazza, nel senso che le causo sempre e comunque dolore durante la penetrazione, anche nel caso in cui la sua vagina sia molto lubrificata. Penso sia dovuto alle dimensioni eccessive del mio pene: in erezione misura 27cm in lunghezza e 7cm in larghezza (non circonferenza!). Credo che il problema sia dato principalmente dalla larghezza..

Cosa possiamo fare? È bene rivolgersi entrambi ad un medico oppure è un "problema" mio/suo?

Grazie a chi risponderà!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore, siamo sul grandicello: il doppio della italica media. Da valutare: come andava con le atre nel suo caso e con gli altri nel caso della fidanzata. Tenga presente che solo la chirurgia fatta bene può ridurre.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

le misure che lei riferisce sono concretamente "al di fuori" della normalità e potrebbero crearle qualche disagio nei rapporti sessuali.
veda di andare a visita da uno specialista andrologo o urologo (nella sua città sono di elevata qualità) per le valutazioni del caso.
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Tranne poi fare un mea colpa se esiste un vaginismo frusto
[#4] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Vi ringrazio per la risposta!

Con le altre ragazze andava abbastanza bene, anche se li a volte c'erano dei fastidi, ma comunque tali da non impedire l'atto.

Riguardo alle soluzioni, non esistono magari dei farmaci per desenzibilizzare la zona o facilitare l'atto? Decisamente la chirurgia avrei paura e timore
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Lei chiede una soluzione che la signorina da addolorata diviene anorgasmica. Magari se si faceste vedere da bravo collega e da bravo psicologo che lavorino insieme per raccogliere meglio la storia clinica di entrombi e valutare la due possibilità: terapia sessuologica e/o chirugica