corpo  
 
Utente 425XXX
Buonasera, sono nuova di questo forum quindi non so se sto scrivendo nella parte giusta. Spiego un po' la mia situazione. Due mesi fa è morto mio padre improvvisamente, sicuramente un arresto cardiaco, sottolineo che non ha avuto sintomi e nulla, da un momento all'altro se n'è andato.
Dopo qualche settimana ho avuto un paio di attacchi di panico. Mi sono recata dal mio dottore che mi ha dato la valeriana e questi attacchi non sono più comprasi. Ho chiesto se avevo bisogno anche di una visita psicologia, ma ha detto no. Perché sto scrivendo, perché se gli attacchi di panico non sono più venuti, ogni giorno ho un dolore nuovo. Una volta al seno sinistro una volta al destro e poi le costole, premetto che sono stata male con il raffreddore, ho fatto areosol con antibiotico e poi Bentalen.
Adesso sono due giorni che ho un dolore tra i due seni, quando respiro con la bocca mi sento come se l'aria non scendesse e ogni cosa che mangio faccio, mi scusi il termine, dei rutti.
Scrivo per sapere se potrei avere qualche infiammazione allmesofago o è solo ansia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Nessuna patologia, ma solo un (comprensibile) fattore ansiogeno.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la sua risposta, anche de questa notte ho dormito male in quando mi sentivo un peso sul petto e facevo rutti continui. Questo peso/bruciore/spilli su petto ( tra i2seni) non devo preoccuparmi?
Sicuramente è un fattore nervoso, penso che possa succedere anche a me quello che è successo a mio padre ( 66 anni obeso), ma so che non è così ma mettendosi di mezzo anche il raffreddore non mi ha molto aiutato.
La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla ed auguroni.

[#4] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno, volevo farle sapere che sono andata dal dottore di famiglia e mi ha riscontrato un piccolo reflusso dovuto alle medicine.
Mi ha dato Omepazolo per 20 giorni a stomaco vuoto la mattina.
I rutti, scusi ancora il termini, sono diminuiti, ma no passato ( ho iniziato da 5 giorni) solo che ieri ho avuto un altro attacco di panico secondo me scaturito da questi rutti. Perché mi sentivo lo stomaco pesante stavo facendo tantissimi rutti e avevo mangiato 1 tarallo, e mi sentivo come se i rutti mi si fermavano tra lo stomaco e la gola, e quindi sicuramente mi sono spaventata, il problema è che stavo in pizzeria e mi è passata la fame e ho sentito il bisogno di andare a casa, dove appena arrivata con una camomilla e una valeriana sono stata apposto.
Io sono sicura che l'attacco di ieri è dovuto al "peso" che sento davanti al petto, so che non è di origine cardiologica ( ho fatto visistascorsa settimana rutti ok ) r possibile che sia questo reflusso, che mi fa avere questo dolore e fatica avvolte anche a respirare e mi provoca giramenti di testa?
Grazie in anticipo per una sua risposta
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ansia e reflusso....

[#6] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
L ringrazio per la sua risposta in così poco tempo, ma questo dolore alla bocca dello stomaco mi fa vivere male, come posso farlo passare? Mi sento sempre qualcosa che io blocca il respiro il rutto e il cibo rimane lì.
[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Possono essere utili dei procinetici ed eventualmente degli antisecretivi, prescritti dal suo medico.