algia  
 
Utente 361XXX
Buona sera. Diversi mesi fa ho subìto un trauma distorsivo come da titolo del consulto. A suo tempo ma non purtroppo nella fase acuta ma qualche tempo dopo mi sono recato da uno specialista ortopedico (non chirurgo della mano) perché nella mia città non ve ne sono. Ma comunque da un buon ortopedico chirurgo (responsabile di ortopedia e traumatologia presso una clinica privata). Mi chiese di fare una RMN del polso dolorante che ebbe esito negativo. L'esito della quale l'ho riportato nella mia richiesta di consulto del 14/2/16 e se ritiene sia il caso può leggerlo. Cioé non risulto alcun danno chirurgicamente risolvibile, così mi disse il dottore. Mi prescrisse riposo, la fasciatura era ormai superflua, perche era passato un bel po di tempo dall'evento e subito dopo, un ciclo di ultrasuoni ad immersione e laserterapia. Poi gli chiesi perchè avessi questi scriccholii al polso nella zona ulnare quando dopo aver ruotato l'avambraccio verso l'esterno lo riporto alla posizione normale. Mi rispose che probabilmente dopo la distorsione per precauzione non avendo io fatto lavorare la muscolatura e i tendini della mano e del polso queste si erano indeboliti, ma poi riprendendo gradualmente le attività lavorative giornaliere avrebbe dovuto scomparire, cosi come il dolore. La condizione attuale invece è che questi scricchiolii sono rimasti permanentemente e temo che possano favorire o procurare col tempo un'artrosi all'articolazione del polso. Il dolore anche se non forte si ripresenta ad intermittenza, dopo che faccio qualche sforzo lavorativo o sportivo o dopo che mi esercito sul pianoforte nelle posizione late della mano verso l'esterno.
Gradirei cortesemente se in base a quanto scritto se potesse sbilanciarsi in una diagnosi e poi se esiste un'eventuale terapia risolutiva nel caso anche chirurgica.
Grazie e buona sera.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

purtroppo, più che una RM non ci sono esami diagnostici con una maggiore affidabilità.

Posso solo suggerirle di farsi visitare da un chirurgo della mano nella sua zona:

http://www.sicm.it/it/chirurghi-e-professionisti/i-soci/mappa-soci-sicm.html

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Buona sera dott. Leccese e grazie per la rapidissima risposta. Quando io ritirai il referto della RMN chiesi al radiologo. "Se ci fosse una lesione a qualche legamento interosseo del carpo, si evidenzierebbe con la RMN?" Mi rispose con molta franchezza. "No, perché sono dei legamenti piccoli e corti". Io ho il sospetto, anche se non sono medico, che si tratti proprio di questo. E il fatto che il radiologo mi ha risposto che non si può evidenziare penso che avvalori questo mio sospetto. In base alla sua conoscenza scientifica, alla sua esperienza clinica e alla mia descrizione del problema, Lei ritiene che possa trattarsi di una lesione legamentosa interossea fra due o più ossa del carpo della zona ulnare? Ho letto da qualche parte che esiste la RMN con liquido di contrasto. É cosî? E se esiste, nel mio caso, crede che potrebbe contribuire a un accertamento diagnostico più preciso? Ed eventualmente comporterebbe dei rischi farla?
Grazie anche per avermi comunicato un link che si collega a un sito dei Chirurghi della mano dal quale ho saputo che anche nella mia città c'è un Chirurgo della Mano. Finalmente era ora! Eventualmente mi rivolgerò a Lui. Data l'importanza della mano per ogni essere umano, sarebbe necessario ve ne fosse almeno uno per ogni capoluogo di provincia e lo Stato dovrebbe attivarsi affinché ciò avvenga.
Distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
OK.
[#4] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Salve. Scusi ma non ho ben capito, per ok lei intende dire che la mia sospetta diagnosi può essere valida? Naturalmente fermo restando che il consulto online non può e non deve sostituire la visita medica reale. Ed eventualmente fosse così, che tipo di soluzioni terapeutiche ci sarebbero?
Grazie e buona sera.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
L'OK era riferito alle sue ultime considerazioni.

Sul resto (diagnosi) ribadisco di non potermi esprimere: solo la visita diretta, associata alla RM, può consentire di farla.
[#6] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Ok. Grazie e buona giornata.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.