Utente 289XXX
Buonasera dottori,
Volevo chiedere un vostro parere su alcuni sintomi avvertiti oggi.
Stamattina stavo bene, ho fatto colazione e dopo qualche ora mentre camminavo ho iniziato a sentire lo stimolo a defecare, ma essendo in giro non potevo andare. Aspetto e dopo poco inizio a sudare freddo e a sentirmi svenire. Raggiungo un bagno, mi libero, ma mi rimane questa debolezza, tachicardia, le mani mi tremavano e mi sentivo svenire. Prendo dello zucchero e acqua e mi siedo. Mi riprendo un po' sentendomi comunque debole, quindi poi pranzo con pasta in bianco. Non nego che mi sono spaventata perché è successo tutto all'improvviso senza un motivo apparente. Vado in bagno ancora 3 volte ( quasi diarrea ) e poi rimango con la sensazione di gambe deboli x qualche ora. La presSimone era 119/73. Verso sera mi compare una macchia quadrata rossa in faccia senza alcun motivo e tuttora sento pancia e stomaco non a posto e una leggera debolezza.
A questo punto non so se i sintomi possano essere collegati e se è il caso che senta il medico, perché sinceramente tutto questo malessere sorto all'improvviso mi preoccupa un po'.
Aggiungo per completezza che giovedì scorso avevo le mestruazioni e ho nuotato, a fine corso ho avvertito un dolore alla schiena e stavo x svenire con giramenti di testa, debolezza e vedevo un po' oscurato. Subito mi sono sdraiata con gambe in alto e ho preso acqua e zucchero, così dopo un po' mi sono ripresa. Ma forse quello è stato dovuto alle mestruazioni e allo sforzo.
Secondo voi è il caso di fare qualcosa?
Grazie in anticipo per l'attenzione
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Guardi,
se lei trattiene uno stimolo defecatorio impellente come quello di una scarica di diarrea, dovuta a una verosimile forma virale, mi pare logico che non possa sentirsi in Paradiso.
Innesca dei riflessi vagali che possono determinare tutta la sintomatologia che ha avvertito.
L'acqua e lo zucchero non le servono se non fa insulina e non è in ipoglicemia: è una leggenda metropolitana.
Lei aveva bisogno solo di liberarsi in un bagno.
Sulla macchia quadrata in faccia non le saprei dire perchè non l'ho vista.
Se lei pratica nuoto a livelli intensi,non necessariamente agonistici deve fare come tutti gli atleti, annualmente, un ecocardiogramma color doppler e una prova da sforzo massimale al cicloergometro o al tapis roulant.
Infine una routine intesa a escludere una anemia e una carenza di ferro (sideremia e ferritina).
Ne parli con il medico curante e faccia sapere se vuole.
Cordiali saluti,
Dr. Caldarola.