Utente 322XXX
Egregi dottori mio padre 88 anni soffre da anni di rinite allergica e non sappiamo a cosa è dovuto. Gli cola il naso come se fosse acqua ma non starnutisce come spesso vedo fare a chi è allergico. Gli antistaminici presi nel tempo lo calmano ma non risilvono. In tutto ciò sono 4/5 anni che ha preso il vizio di sputare e consuma quintali di fazzolettini tempo. Un paio di pacchi al giorno. Il pneumologo dice che ai bronchi non ha nulla. Oggi lo ha visitato di nuovo e vorrebbe ricoverarlo per fargli un esame e vedere se entra cibo nei polmoni. Se ciò fosse è possibile che dopo tanti anni non gli avrebbe provocato un danno vitale? Ho limpressione che barcollano nel buio e che data l'età danno tutto per normale. In un anno ha perso 6 chili pur mangiando regolarmente. Sul corpo si formano spesso macchie violacee. In testa ha delle croste come se fosse la crosta lattea dei bambini. Il cuore sta bene e anche gli esami del sangue soliti. Il medico curante dice che sta meglio di lui! Ha una stenosi anale e uretrale ed è operato di prostata all'età di 50 anni. Vorrei un vostro parere. Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Claudio Ragno
24% attività
8% attualità
8% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gli faccia prescrivere dal curante degli accertamenti allergologici da effettuare sul sangue, esiste una reazione crociata tra pollini e alimenti , inoltre vista la perdita di peso farei uno studio dal punto di vista dei marcatori