Utente 425XXX
Salve, un annetto fa ho avuto un problema di candida.
Visto che dovevo partire per una vacanza invernale sentii il bisogno di farla sparire al più presto e iniziai (sbagliando) una cura FAI DA TE.
Il primo giorno usai per errore il Travocort successivamente comprai Canesten Vaginale. Al terzo giorno di cura non avevo più nulla di sospetto per cui ripresi le attività sessuali. Al rientro della vacanza la candida si ripresentò in maniera molto più aggressiva con una fortissima secchezza del Glande, asta (con lesioni) e scroto. Mi recai dal dermatologo venereologo mi disse che il calore delle calze e la tuta da neve aveva fatto riaffiorare la candida e mi prescrisse Decoderm per il Glande con toccature di Acido Borico, Bidien per le zone esterne (asta e scroto) e Saroderm detergente intimo. Per fortuna nel giro di una 10ina di giorni ritornò tutto alla normalità.
Il mio problema non è più la candida che da allora non si è più ripresentata, ma ogni tanto mi ritorna la secchezza con infiammazione del glande seguita da desquamazione, asta del pene e leggero screpolamento dello scroto. Questa cosa mi preoccupa perché prima di quella esperienza non avevo mai avuto problematiche simili. Ormai convivo con questi periodi di secchezza. Cosa potrebbe essere?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, un'infiammazione del grande che persiste deve essere ben analizzata dallo specialista di venereologia.

Le indico questa sede per chiarire primariamente questo aspetto:

consideri pure che non sempre sono infettive le cause che comportano queste questioni, soprattutto quando persistono per diverso tempo. Le consiglio un approfondimento personale su la balanopostite all'indirizzo www.balanopostite.it

Cari saluti
Dr Laino