Utente 401XXX
Salve dottori ieri mi sono recato al pronto soccorso per aver avuto per 5 gg mal di stomaco ( maggiormente la bocca dello stomaco,) successivamente febbre a 38 gradi, vomito,diarrea. Mi hanno fatto gli esami al sangue :
i globuli bianchi erano nella norma.
ecografia allo stomaco : hanno riscontrato aria
Il loro esito :qualche virus intestinale.
Successivamente le seconde analisi ,tutto ok tranne un valore alto della troponina. Alle terze analisi il valore era aumentato. Mi hanno sottoposto a : radiografia al petto
ecocardiogramma ed elettrocardiogramma tutto nella norma.
Chiedevo il motivo e anche loro non sapevano cosa portasse tale aumento, volevano capire se il valore potesse influire su una pericardite. Tutto questo mi portava ansia e nervosismo.
Loro mi volevano tenere in osservazione, e sottopormi a terapia antibiotica ed idratante,ma mi sono dimesso.( anche se non dovevo,lo ammetto) .Nel foglio delle dimissioni sezione diagnosi c'è scritto: rialzo della troponina e scarto della pcr
Vorrei capire a cosa è dovuto questo valore cosi alto? Questa mattina ho fatto i seguenti controlli:
CK-MB MASSA 2,1 ng/ml
MIOGLOBINA 21 ng/ml
TROPONINA I 27,0 ng/L
L'esito è stato controllato dal mio cardiologo e ha sostenuto che non c'è nulla di preoccuparsi per quanto riguarda il cuore.Pensa che sia dovuto magari al virus che avrà causato infiammazione ai fogli del cuore.
Cosa mi dite? devo assumere qualcosa? Mi consigliate di rifare un esame al sangue o di andare al pronto soccorso?

Da premettere che prima dei 5 gg di malattia assumevo flumos 100 per una micosi inguinale,che successivamente al quarto giorno di sospensione l'ho sospeso a causa del malessere allo stomaco.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi,
dica al suo cardiologo che si decida a fare diagnosi: perchè l'infiammazione dei foglietti del cuore, cioè la pericardite, è una patologia che va accertata e va curata a dovere, non va ipotizzata.
Non è tanto il valore assoluto della troponina che deve allarmare, quanto il rialzo progressivo nelle ore successive al malessere.
Lei può avere avuto un infarto subendocardico del tutto silente all'ECG ed è il motivo per cui la volevano tenere in osservazione al P.S. per farle la curva enzimatica.
Mi chiedo perchè si sia dimesso volontariamente.
Quindi: l'infiammazione dei foglietti del cuore è una castroneria buttata lì al vento se non è dimostrata.
Forse sarebbe bene tornare al P.S. dove le ripeteranno gli "enzimi cardiaci" e gli indici di flogosi con un ECG per verificare se si tratta davvero di una pericardite e nel caso la ricovereranno in Cardiologia.
Faccia sapere se vuole.

Saluti,
Dott. Caldarola.