Utente 426XXX
Salve a tutti, chiedo scusa in anticipo se ho sbagliato la sezione, non sapevo se inserire la domanda in farmacologia, ortopedia oppure allergologia, il problema è il seguente: Soffro di asma allergica e sto prendendo Il Revinty una volta al giorno, sono ormai ad un mese di cura e sto avendo delle fortissime emicranie quasi ogni giorno, ho scoperto che è un effetto molto comune del farmaco con un'incidenza di più di 1 su 10, il reale problema è che, nel mentre, ho scoperto anche un altro problema comune, con incidenza 1 su 10, dolori articolari e fratture, difatti ho anche torcicollo e un leggero fastidio dorsale. Ora, considerando che pratico pesistica mettendo sotto carico il rachide con ingenti pesi, mi conviene prendere un farmaco che possa provocare dolori articolari e fragilità ossea? Il mio medico vuole sostituirmi il revinty con il foster che, contrariamente, nonostante quest'ultimo dia anch'esso problemi di amicranie, non causa dolori articolari, se non spasmi muscolari, al massimo.

Secondo voi nel mio caso specifico cosasarebbe meglio fare? premetto che, come già detto, l'effetto idesiterato in questione è riportato come comune, 1 su 10 e io per lo sport che pratico mi espongo a sforzi di sovraccarico della colonna.

In un ultimo, per curiosità, per quale meccanismo d'azione il revinty causa dolori articolari e addirittura fratture spontanee? Ho provato a cercare in rete ma senza successo.

Saluti,
Mirko

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
non si preoccupi per il rischio frattura, si tratta di un effetto colaterale che si riscontra in trattamenti prolungati con cortisonici (in quanto il cortisonico induce una diminuzione della densità minerale ossea)
In un'analisi integrata di 11 studi condotti sull’asma (7.034 pazienti), l'incidenza di fratture è stata <1%, e di solito associata a trauma.
L'emicrania è un effetto collaterale comune, se dovesse essere persistente sarebbe opportuno cambiare farmaco
[#2] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore, grazie mille per la risposta tanto dettagliata quanto immediata, ne approfitto per chiederle in un ultimo una cosa.

Quanto tempo dopo aver smesso con il suddetto farmaco dovrebbero, in linea teorica, sparire anche gli effetti indesiderati? parlo delle emicranie, così forti che l'altra sera sono dovuto andare al pronto soccorso.

Inoltre, ammesso che i dolorini che sto sentendo a livello dorsale e lombare siano dovuti al suddetto, anche questi ultimi sides, entro quanto rientrano circa? Intendo dire, se dovesse subentrare una riduzione della densità ossea con conseguente fragilità e dolori articolari, dopo quanto tempo di stop del farmaco le ossa tornano alla loro normale densità?
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
per quanto riguarda l'emicrania potrebbe trarne vantaggio dopo pochi giorni dalla sospensione, per quanto riguarda il discorso osseo può integrare con della vit D