Utente 400XXX
Salve, ho 20 anni e soffro di DAP da 3 anni non in cura attualmente. Vorrei spiegare rapidamente il mio problema: Poco fa quando mi sono alzato dal letto mi sentivo affaticato, dopo di che ho sentito il cuore battere in un modo "distorto", come se fossero tante extrasistole insieme. Quando i battiti sono tornati normali, mi è iniziata una tachicardia e sono diventato blu dalla paura, pensavo stessi andando in fibrillazione. Paura, tremori, tachicardia e fiato corto mi fanno stare ancora più male dei miei Attacchi di Panico. È possibile che sia un problema di ritmo a soli 20 anni? Potrebbero portare gravi conseguenze queste extrasistole in ripetizione? Grazie per la lettura. Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lei soffre di DAP!
Il DAP lo cura lo psichiatra con i farmaci adatti.
Glielo ha ribadito poco fa l'Illustre Dott. Cecchini.
Io non posso che concordare, anche valutando la sua storia clinica che è meritevole di approfondimento psichiatrico e non cardiologico.
Il suo DAP le sta rovinando l'esitenza: abbia un sussulto di rispetto verso se stesso e telefoni allo psichiatra che la rimetterà in sesto rapidamente.
Continuare a postare nella sezione cardiologica non le risolve il problema.
Al limite posti in Psichiatria.

Buona domenica,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore la ringrazio per la risposta.

Dottore volevo spiegarle una cosa che mi è successo poco fa: Dopo un momento di forte rabbia e pianto per problemi personali, mi è venuto un dolore al centro del petto veloce, che ora a quanto sembra sia scomparso. Il dolore non riesco a descriverlo, quindi "dolore" credo sia la cosa più giusta da dire, era al centro che però è sparito velocemente. Spero di essere stato chiaro nella descrizione dei miei sintomi, per quanto riguarda il mio DAP e lo Psichiatra sto cercando di mettermi in contatto con esso, però prima dovrei parlarne con la mia famiglia. Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Faccia presto a parlarne con la sua famiglia.
Non ha avuto certamente un infarto o un attacco di angina pectoris.

A presto,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore, ho letto sul suo profilo che lei è un Medico Generico volevo spiegarle un problema che mi preoccupa ma che non riguarda il cuore. È da ieri mattina che ho improvvisi dolori acuti sotto la pancia, che aumenta quando provo a defecare, che sembra mi prenda anche il glande e l'ano Premetto che sto avendo problemi di stitichezza, provo difficoltà ad espellere le feci e mi causa dolori acuti. Nelle feci ci sono delle macchie bianche. Potrebbe trattarsi di qualcosa di grave al colon o al fegato? Sono molto preoccupato, per lo più il dolore è fortissimo, fortuna che aumenta solo quando cerco di defecare.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Bene,
se ha letto giustamente che sono un medico Specialista in Medicina Generale, posti il suo consulto nella medicina generale e le risponderò.
Qui si parla di cuore e non di pancia.
A presto, se vuole.
Cordialità.
Dr. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore,

La scrivo subito perché ho un problema molto serio e preoccupante per me, le spiego tutto. Tutto è iniziato stanotte, non riuscivo a prendere sonno e avevo una forte sensazione di febbre (calore al volto e alle mani, piedi freddi e tachicardia) che mi ha fatto pensare alla pressione alta. Lascio perdere il tutto e mi addormento, stamattina mi sveglio con un freddo pazzesco e avverto extrasistoli a non finire! Ogni volta che tremo per il freddo sento un extrasistole abbastanza evidente. Premetto che non sono vicine o iin coppia, bensì me ne viene una e poi un'altra dopo 5 minuti dal brivido di freddo. Poi questo strano mal di pancia che ho da 3 giorni con stitichezza non so a cosa può essere associato. Cosa mi sta succedendo? Potrebbero essere pericolose quelle extrasistole?
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi,
le Extrasistoli che le vengono quando ha il brivido sono legate all'ipertono adrenergico che sostiene anche il brivido e causa la vasocostrizione cutanea, con la sensazione di freddo.
Riguardo al mal di pancia, e alla stipsi, se non le metto una ano sull'addome che cosa vule che le dica per via telematica?
Sembra, da quello che descrive che le stia salendo la febbre.
Perciò chiami la guardia medica, dicendo che è impossibilitato a muoversi e che deve venire a casa, o se il dolore addominale è molto forte vada in P.S.
Di più non posso fare per lei, del che mi spiace.
faccia sapere, se vuole.

Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore la ringrazio per la risposta! Il dolore all'addome non è continuo nelle giornate, viene solo di mattina e ogni volta che ho lo stimolo per defecare, è acuto solo in quel momento poi passa dopo qualche minuto. Per le extrasistole sono davvero spaventato dottore, sembra che questa è la giornata delle extrasistole, visto che mi ha dato il buongiorno! Per adesso non le sto più avvertendo come questa mattina, erano davvero tantissime in una sola mattinata! Ero al caldo nel mio letto e appena metto piede fuori inizio a tremare dal freddo e ad avere extrasistole ogni 5 minuti, fortuna che erano solo una alla volta e non in sequenza! Mi chiedevo se queste extrasistole con il tempo possano portare a gravi aritmie del mio cuore. È possibile? Come posso curare questi tuffi al cuore? La mia fobia (che sto provvedendo per la cura) è la paura di essere malato di cuore o di avere aritmie. Spero solo non siano dannose, perché ogni volta che sento quel tuffo mi parte l'ansia ed inizio a sentire stranezze nel battito, come se fossero tante emozioni. La ringrazio ancora
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
I suoi dolori addominali, per di più durante il ponzamento, le ho già detto che non glieli posso diagnosticare a distanza.
E importante che lei si faccia vedere da un medico e per via non telematica: un chirurgo sarebbe l'ideale. Potrebbe trattarsi di un'ernia o di una punta d'ernia e quindi si impone una visita accurata.

In quanto alle EXS, assodato che non danneggiano il cuore, e che dalla sua storia clinica emerge un quadro di chiara sindrome ansioso - ipocondriaca, io continuo a chiedermi quando si deciderà a prendere appuntamento con uno Psichiatra che possa curarle la sua sindrome ansiosa e restituirle una qualità di vita normale??
Finchè non lo farà lei potrà postare su tutto il Sito ma riceverà le medesime risposte.
Perciò domani usi utilmente il cellulare e chiami uno Psichiatra: lo Psicoterapeuta in questa fase non le serve perchè lei ha bisogno di farmaci.
Sarà utile un percorso psicoterapeutico nella fase di stabilizzazione della sua sindrome.

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.

[#10] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore, la ringrazio per la risposta. Le volevo chiedere se questi "psicofarmaci" possono portare danni agli altri organi, perché ho letto che alcuni antidepressivi possano portare alla morte improvvisa. Può spiegarmi meglio questo fatto dei farmaci? Sono molto confuso! Grazie ancora e gentilissimo come sempre! :-)
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gli Psicofarmaci che si usano oggi sono maneggevoli, sicuri, con pochi effetti collaterali facilmente gestibili. E sono efficacissimi.
Alcuni di essi non vanno prescritti nella sindrome del QT lungo: per escluderlo basta un ECG prima dell'inizio della terapia e un mese dopo l'inizio, per pura cautela.
Null'altro.
Tutto il restante, che si legge in rete, è spazzatura.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Salve, la ringrazio ancora per la risposta. Dottore volevo anche chiederle qual è la differenza tra Antidepressivi e Ansiolitici? Nel mio caso quali sarebbero più opportuni? Mi scusi ma mi sono dimenticato di scriverlo nel post precedente, mi scusi ancora.
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La differenza è abissale.
Non si può spiegare in un consulto.
Anche perchè non esistono solo ansiolitici e antidepressivi, ma antispicotici e stabilizzatori dell'umore.

Lo psichiatra dopo averla visitata le darà la cura giusta, ne stia certo.
Intanto ci vada.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#14] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore, la ringrazio ancora per aver risposto alle mie domande. Riguardo le extrasistole, anche stamattina appena sveglio e infreddolito avverto numerose extrasistole che scompaiono entro le 10:30, sia ieri che oggi. È sempre legato al fatto della vasocostrizione come lei ha già spiegato precedentemente? Leggendo articoli medici su internet, ho letto che le extrasistole frequenti possono aumentare il rischio di aritmia, sarà vero? Cercherò di contattare uno psichiatra al più presto comunque. Grazie ancora
[#15] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gliela prescrivo io una cura: non legga articoli su internet di carattere pseudo scientifico.
Legga l'attualità, così vede come il mondo sta andando a rotoli mentre lei si preoccupa delle EXS che avverte fino alle 10:30 del mattino.

Buona serata,
Dott. Caldarola.
[#16] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore,

Il suo discorso mi ha fatto capire in breve termini che le mie EXS non sono importanti. Spero solo di non riscontrare aritmie in futuro, visto che è la cosa che temo di più. Grazie di tutto ancora! Cordialità
[#17] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Senta,
io sono scheitto e lei lo sa.
E non sono stupido e lei l'ha capito.
Ora, se al prossimo consulto lei non mi dice che terapia le ha dato lo Psichiatra io chiederò allo Staff di chiudere questo post e lei si potrà dimenticare delle mie consulenze.
Nè cerchi di imbrogliare perchè sarebbe peggio.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#18] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Carissimo dottore,

Ho trovato uno psichiatra a Torino, domani pomeriggio lo chiamerò e vedrò cosa fare per risolvere il mio incubo. Detto questo, volevo farle un'ultima domanda: Mesi fa fec un'ECG risultato nella norma, solo che non capisco cosa sono i QTC di cui lei mi aveva citato prima "Sindrome del QTC lungo" quindi mi sono informato sul mio ultimo ECG e ho:

Frequenza Cardiaca (FC): 114 BPM
QTC: 428 ms
QT: 308 ms
QRS: 80 ms
PQ: 114 ms
RR: 527 ms
P: 64 ms
TACHICARDIA SINUSALE
ECG PERALTRO NORMALE

Mi chiedevo se fosse tutto normale. Le farò sapere direttamente quando vedrò lo Psichiatra e le dirò che terapia mi darà. Mi scuso per averla trattenuta tanto, sono davvero poco rispettoso quando sono in preda all'ansia, mi scusi ancora. La terrò aggiornata. Saluti cordiali :-)
[#19] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Tutti i valori che ha postato sono nella norma.
Buona serata,
Dott. Caldarola.