cisti  
 
Utente 414XXX
Salve Dottori, sono una ragazza di 21 anni ed ho un problema di cisti sinoviale al polso destro, lato dorsale. All'età di 15 anni mi spuntò la prima cisti sinoviale alla caviglia destra che persiste tutt'ora senza crearmi fastidi. Poi ne è comparsa un' altra al dito indice sinistro e un paio di anni fa quella al polso. L'anno scorso ho subito un appendicectomia e mi hanno dovuto inserire il catetere venoso nel polso e da allora ho iniziato ad avere dolori. Con il passare del tempo la cisti è cresciuta al punto da essere visibile anche con il polso disteso e mi limita nei movimenti, diminuisce la forza nella mano e mi impedisce talvolta anche di aprire un semplice barattolo. L'ortopedico mi ha consigliato l'aspirazione ma vorrei evitare e provare prima altri metodi. Io sono una programmatrice ed un universitaria quindi scrivo molto al computer e su carta e questo mi sta creando sempre più dolore. Vorrei chiedervi se un tutore al polso può essere utile e per quanto dovrei portarlo. Dovrei osservare un periodo di riposo dell'articolazione? Antinfiammatori possono essere d'aiuto? Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

non è affatto detto che si tratti del medesimo problema nelle diverse sedi da lei indicate.

Al polso, verosimilmente si tratta di un ganglio artrogeno, cioè un'ernia dell'articolazione del polso a contenuto liquido (sinoviale).

Non è una vera cisti, in quanto è comunicante, con un peduncolo, con l'articolazione sottostante.

Solo se dà grossi fastidi o diventa grossa conviene rimuoverla chirurgicamente (compreso il peduncolo).

L'aspirazione è inutile: si riforma pressochè subito, in quanto dall'articolazione, il liquido torva a riempire la "sacchetta" attraverso il peduncolo di comunicazione.

BUona notte.
[#2] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottor Leccese,
grazie per il consiglio. È stato il mio ortopedico a dirmi che si tratta dello stesso problema nelle 3 sedi. Siccome il dolore a volte mi impedisce i più semplici movimenti l'uso di un tutore potrebbe essere d'aiuto?
Grazie e buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si, perchè bloccando la flesso-estensione del polso, il liquido sinoviale lentamente può rientrare in articolazione, riducendo il volume del ganglio artrogeno.