Utente 394XXX
Cari Medici Andrologi/Urologi sono un uomo di 46 anni e da 10 mesi in buio per una infiammazione prostata cronica.
Volevo chiedere gentilmente qualche risposta per capire meglio il mio situazione.
1-Perche a volte lo sperma mi fuoriesce color giallo?
2-Perche durante la terapia con cicli(antibiotici+antifiammatori+integratori-alfa-litici) mi sento meglio,quando finisco la cura ritornano di nuovo i sintomi(bruciore minzionale,dolore perineale,..) '
3-Perche in sei spermiocolture eseguite i cinque stavano negativi e una positiva(stafilococos aereus) puo essere questo batterio causa di prostatite o aveva da fare una passaggiata di la.....
4-Perche non posso stare seduto (da una prostatite e possibile)?
5-E possibile che i germi rimangono nascosti alla prostata che non fuoriescono con eiaculazioni o urina
Grazie per un vostro parere ,che fate qualcosa di piu per la prostatite secondo me siamo un po indietro in questa maledetta malatia ,dieci mesi i sintomi vano e vengono e non passa per niente:
alimentazioni -si
dieta-si
alcol-no
farmaci -si(di tutto al comercio) dite mi che altro devo farlo per guarirmi!!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,purtroppo,aldilà delle passeggiate,i batteristi cui non ne specifica la carica, elemento fondamentale per valutare la terapia, fanno sì che l'infiammazione, spesso si cronicizzi, con andamento sintomatologico caratterizzato da fasi alterne.Il colore giallastro del liquido seminale non sempre assume un valore diagnostico e la risposta positiva alle terapia é un dato prognostico favorevole.
Soffre di emorroidi,stiplsi e/o sciatalgie?Continui nei periodici controlli batteriologici (spermiocoltura,tampone uretrale, urinocoltura),ecografici (prostatici) e, soprattutto,si affidi ad un solo specialista per non azzerare il percorso precedente.Un pò di pazienza.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 394XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille Dr.Pierluigi per la disponibilità!
Soffrivo di emorroidi interne 2 anni fa,ma con le cure e la dieta non ho piu sintomi emorroidario.Tutte le visite e esami rilevati risultano in norma,l"unica cosa che ho una lieve ipertrofia prostatica ghiandola (cm.4,1xcm.3,4) lobo medio(cm.2,1 lievemente aggetante verso il lume vescicale)
Puo essere questa la qausa di infiammazine!Grazie!
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...le emorroidi e la ipertrofia prostatica possono giustificare una cronicizzazione della sintomatologia urogenitale e dell'apparato digerente.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 394XXX

Iscritto dal 2015
E possibile e incontrario,cioè quando mi cominciano i bruciori minzione e prostata ,allora mi capitano anche i disturbi emorroidario.Puo essere infiammazione prostata la qausa di emorroidi ,perche i disturbi emorroidarie mi capitano dopo i sintomi prostatite!Grazie!
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...é possibile.Il rapporto é di reciprocità.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 394XXX

Iscritto dal 2015
Grazie!Un altra domanda se non disturbo.I medici curanti mi hanno diagnosticato una infiammazione prostata cronica che continuero integratori e alfa litici.
Ho notato che toccando la zona perineale mi fa malissimo (vedendo la anatomia di aparato urogenitale) secondo me la ghiandola di cowper.Puo essere infiammata anche questo?La vostra esperienza con i pazienti che soffrono da prostata o ghiandola di cowper infiammata si fa male anche toccando da esterno?Mi aiuta tantisimo la vostra risposta!