fumo  
 
Utente 385XXX
Gent.mi Dottori,
credo di avere un problema forse non facile da risolvere a detta di alcuni chirurghi..So gia che per tale problema le soluzioni alternative potrebbero essere il lipofilling oppure le protesi.Preferirei queste ultime visto che mi darebbero un risultato definitivo e non temporaneo come un lipofilling.So che la lipostruttura va ripetuta nel tempo ma per me sarebbe un dramma visto che non sono giovanissima....Sono una ex terza classe dento-scheletrica, openbyte e deviazione.La particolarita' è che purtroppo il mio primo intervento di osteotomia bimascellare, faticosamente conquistato,andò in fumo e a distanza di molti anni dovetti ripristinare nuovamente l'occlusione con un secondo intervento di osteotomia bimascellare, con tutto ciò che questo comporta a livello psicologico.Vi lascio immaginare...se il primo intervento fu duro e lo fu ), del secondo posso dire che fu very strong.A parte questo l'occlusione ora è molto bella.Almeno quella...Per così dire sono rimasta 'storta'in maniera importante a livello di regione angolare.Non e' assolutamente gradevole e confortevole essere asimmetrici dopo ben due interventi....desideravo e desidero intensamente essere simmetrica. Si tratta di asimmetria importante come diagnosticato da chi di dovere..La mia domanda è la seguente:'Visto e considerato che le mie ossa mascellari sono state traumatizzate da due interventi di osteomia bimascellare, secondo voi, gentili dottori, la probabilita' di riuscita di un intervento di plastica angolare è la stessa che potrei avere nel caso in cui avessi beneficiato di un solo intervento bimascellare? Oppure è minore?Ho bisogno di capire per farmi un'idea e vi sarò mille volte grata se avrete la pazienza di leggermi e magari di darmi un parere.Certe dinamiche ospedaliere non consentono una vera comunicazione medico-paziente.Vi saluto cordialmente
[#1] dopo  
Prof. Guglielmo Ramieri
20% attività
16% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Protesi e lipofilling sono una probabile soluzione per la correzione del problema che descrive.
Il risultato è piuttosto stabile nel tempo. I precedenti interventi di osteotomia non devono preoccuparla più di tanto.
Per essere più precisi riguardo alla difficoltà ed alla prevedibilità del risultato bisogna visitarla.
Il mio unico consiglio è di rivolgersi ad un chirurgo maxillofacciale esperto.
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio molto Professor.Ramieri per la cortese risposta.Posso rivolgerle una seconda domanda per favore? Ho già il mio staff che mi segue, lo stesso del bimascellare.Però riguardo agli angoli ho visto un primario tranquillo mentre il chirurgo che ha operato me era molto agitato, affermava che io non ho più angoli, che ci vorranno delle protesi...anzi è stato proprio detto così. ...Questo mi ha convinto che forse, nel mio caso, sia difficile raggiungere un buon risultato...allo stato attuale delle cose sono in attesa di questo intervento.So che la situazione dovrà essere studiata bene.Sono state le ultime parole del chirurgo che mi ha fatto il bimascellare.Solo che non mi torna il comportamento dei medici dell'ospedale nel senso che il primario, nel suo studio, mi disse di andate in reparto e di farmi mettere in lista.Parlava di miglioramento.Quando andai in reparto vidi dei medici che volevano, per loro timori, contravvenire a quanto stabilito dal Professore.Mi sono sentita presa in giro....per quello avevo bisogno di capire se, in alcuni casi, possa essere complicato raggiungere il risultato voluto...se ci fossero problemi tecnici o di riuscita questo mi aiuterebbe a comprendere la contraddizione tra primario ed assistenti...almeno si fossero consultati con il professore..almeno lo avessero fatto...non facendolo mi hanno regalato soltanto preoccupazione....e l'attesa è veramente lunga..per cui mi ricordo delle loro parole e piango..
Le chiedo quindi se possono esistere delle situazioni più complicate da risolvere.E' così? In attesa di un suo riscontro la saluto cordialmente
[#3] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gent.mi Dottori,
nessuno tra voi per favore potrebbe rispondere al mio quesito di cui sopra? Perché secondo voi i medici dello stesso staff, di fronte al medesimo problema, hanno reagito in maniera diametricalmente opposta? E non esagero...è solo per capire..non essendo un chirurgo maxillo facciale credo di non avere gli strumenti per comprendere a fondo.Sono nella situazione di non poterlo domandare per ora ai diretti interessati e lo chiedo on line, giusto per farmi un'idea. Sono nel buio piu' completo. Ringrazio sentitamente chi vorrà esprimere a riguardo un proprio parere.Cordiali saluti
[#4] dopo  
Prof. Guglielmo Ramieri
20% attività
16% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Le dico solo che i problemi di cui ha parlato solitamente hanno soluzioni non così complicate come lei pensa.
Credo che la cosa migliore sia che lei discuta con calma il suo caso con il chirurgo che la segue e che conosce lei ed i precedenti interventi.
Si ricordi che spesso ascoltare tanti pareri non chiarisce le idee, ma disorienta.
[#5] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio molto per la cortese risposta Prof.Ramieri.Cordiali saluti