Utente 146XXX
Buongiorno, volevo un vostro parere in merito allo svolgimento di turni notturni e assunzione di benzodiazepine e/o antidepressivi in quanto la mia situazione mi vede colpito da disturbo ansioso depressivo con sporadici attacchi di panico, la manifestazione è più spiccata quando sono in turno da solo, come appunto la notte, sono stato sottoposto a visita da parte della medicina preventiva, attendo l'idoneità, anche se mi hanno detto che difficilmente si possa essere dispensati dai turni notturni. È corretta questa cosa ? È normale che debba svolgere il mio lavoro notturno sotto effetto di tali farmaci ?
[#1] dopo  
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli
24% attività
8% attualità
8% socialità
CINISELLO BALSAMO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Buon giorno,
Le sue osservazioni non sono fuori luogo: sindromi ansioso-depressive importanti possono aggravarsi con il lavoro a turni. Non è tuttavia possibile esprimere il parere di idoneità ai turni senza un'accurata visita medica è una precisa conoscenza del lavoro.
Non capisco a chi si riferisce con il termine medicina preventiva. Se è il medico competente dell'azienda che deve esprimere per iscritto il giudizio di idoneità, tenga presente che se non è d'accordo con tale giudizio può ricorrere alla commissione della unità sanitaria locale territorialmente competente ( quella che governa il territorio dove è situata l'azienda) entro 30 giorni dalla data in cui riceve il certificato di idoneità.
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno Dottore, ringrazio per la risposta...con il termine medicina preventiva intendevo proprio il servizio di riferimento medico aziendale che mi ha sottoposto alla visita di idoneità lavorativa e di cui sto ancora aspettando il giudizio. Sono contento che mi stia dando un po' di speranza.