Utente 426XXX
Salve! Mi chiamo Vittorio ho 25 anni e vivo a Milano. Da circa un mese ho la costante sensazione di non avere un buon equilibrio cioè di poter cadere giù da un momento all'altro accompagnata da una sensazione di nausea che certamente è più acuta la mattina,anche se poi di fatto non mi è capitato di dover vomitare o di cadere in terra. La scorsa settimana sono andato dal mio medico che dopo avermi accuratamente visitato mi ha trovato solo una leggera tachicardia che però a suo parere(mi conosce molto bene) derivava soltanto dall'essere sull'orlo di un attacco di panico. Sono leggermente ipocondriaco.Dopo avermi tranquillizzato mi ha prescritto degli esami del sangue i cui risultati sono stati ottimi a suo parere. Sta di fatto che giorno più giorno meno ho costante questa sensazione di non equilibrio. Sono in cura da un fisioterapista ed osteopata che mi hanno spiegato che la tensione si accumula nella zona del collo e dà origine a delle reazioni di tipo vagale che spiegherebbero questi sintomi. Preciso che due anni fa, spaventato per una sensazione strana che sentivo al cuore ho scelto di fare un eco cuore e lo stesso cardiologo dopo aver riscontrato la solita tachicardia da ansia mi ha semplicemente consigliato di stare tranquillo.
A vostro modo di vedere devo preoccuparmi?
C'è un modo per fermare questa sensazione? Potrebbe essere che queste vertigini siano solo espressione di ansia ?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
L'equilibrio è regolato da una miriade di sistemi intregrati fra di loro.
E' ben vero che nel collo ci sono dei recettori di posizione che se stirati, per tensione muscolare conseguente ad ansia, possono dare una sensazione di sbandamento.
Ma è necessario escludere tutte le altre cause.
Pertanto il mio consiglio è di andare a visita da un neurologo che la esaminerà e le consiglierà gli esami più adatti e l'iter terapeutico più idoneo.
Faccia sapere se vuole.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.