Utente 426XXX
Buongiorno Dottori,
a mia madre di 63 anni è stato diagnosticato un carcinoma mammario. Di seguito riporto il referto istopatologico risultante da agoaspirato:

Descrizione microscopica e Diagnosi Definitiva:
Carcinoma dei dotti mammari infiltrante, evocante vivace reazione desmoplastica.
Il processo neoplastico in esame, rappresentato in tutti i frustoli prelevati, mostra in questo materiale:
- scarsa modesta attività tubuloformatrice, <al 10%, (gt3),
- marcate atipie nucleari (gn3) e
- discreta attività mitotica (gm2),
così da qualificarsi come scarsamente differenziato, ovvero di grado III (score 3+3+2=8) secondo sistema di Scarff-Bloom-Richardson,

Analisi Immunoistochimica:
Le cellule neoplastiche risultano negative per gli Estrogeni (ER-).
Le cellule neoplastiche risultano negative per il Progesterone (PR-).
Il 25% delle cellule neoplastiche risulta positivo per il Ki 67
C-erb 2+3+,
E- caderina positiva a suffragio dell'isotipo duttale.

Ebbene non ho avuto ancora modo di capire se si tratta di carcinoma c.d. "Triplo negativo". Sulla base di questo qual'è la vostra opinione?

Vi ringrazio per la disponibilità e cortesia.

Roberto
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Il nome “triplo negativo” deriva dal fatto che in questo specifico tipo di tumore al seno, a differenza di altri tumori mammari, le cellule maligne non possiedono sulla loro superficie la proteina HER2, né i recettori per gli estrogeni e per i progestinici» spiega Giorgia.
Le terapie più moderne e mirate per trattare il tumore al seno infatti sono costruite proprio per riconoscere quelle proteine: l’ormonoterapia agisce attraverso i recettori per gli estrogeni o i progestinici mentre molti farmaci “intelligenti”, i cosiddetti anticorpi monoclonali, come il Trastuzumab, riconoscono le cellule maligne attraverso la proteina HER2.

In questo caso c'è la negatività per i recettori ormonali, ma non per la proteina Her 2.

Se vuole approfondire questi temi intorno ai tripli negativi ed istotipi simili può riscrivere la sua richiesta direttamente sul mio blog e troverà pazienti tra cui Elisa e Anna (istotipo simile) ovviamente viventi ed in buona salute, che possono spiegarle meglio quale sia il percorso che ci si aspetta per sua madre.

Ci sono nel blog diversi caregiver (figli, soprattutto figlie e mariti ) che seguiamo da anni. Si presenti con il nome e scriva pure che l'ho invitata io. Un marito ed un fidanzato di donna con tumore...tra l'altro si chiamano..ROBERTO.
Se volesse approfondire il tema provi ad entrare nel mio blog e leggere piano piano a partire da
http://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-446.html
e troverà molte risposte, terapie comprese, alle sue paure e dei suoi familiari.

Tanti saluti
Salvo Catania
[#2] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Intanto Le ho facilitato il compito su

http://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-484.html#msg8514

Se volesse riassumere i suoi dubbi sarà il benvenuto
[#3] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio vivamente per la risposta. Cordialità. Roberto