Utente 350XXX
Buonasera
Richiedo consulto per una situazione che mi sta creando serie difficoltà
Da alcuni mesi presto servizio presso una piscina, faccio assistenza a piano vasca, lavori vari di igiene e ordine degli ambienti ..
questo mi porta a stare molto tempo in piedi e ovviamente in un ambiente dall'umidità altissima
Risultato: alla sera ho le gambe massacrate, spesso con difficoltà nel camminare soprattutto quando sono in casa con le pantofole
non nego che anche dopo il riposo notturno mi capita di alzarmi e sentire subito dolore

le zone che mi fanno più male sono caviglie, ma anche polpaccio all'altezza del tendine d'achille e a volte la zona del ginocchio

faccio anche una precisazione:
3 anni fa ho avuto una serie distorsione alla caviglia sinistra, con parziale lesione di un legamento e interessamento di tendini e per metterla a posto ho dovuto fare tantissima fisioterapia, e ricordo che il dolore non se andava mai
Ieri, in seguito probabilmente a esercizi fatti in palestra e ulteriore carico da lavoro ho rimediato una nuova distorsione alla caviglia destra, per fortuna di inferiore entità.

A questo punto quello che vorrei capire è che tipo di accertamenti potrei fare per trovare la reale causa di tutti questi problemi
e se c'è almeno un modo per poter lavorare senza arrivare a sera e tenermi alle pareti per camminare..

Ringrazio anticipatamente
Maria

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
La migliore soluzione è che lei si facia visitare da un Fisiatra, che potrà consigliarle esercizi adeguati alla sua situazione ovvero un percorso diagnostico prima di fare diagnosi.
Certo, cara signora, se lei la sera va anche in palestra e si fa una distorsione su una caviglia già provata non è che ponga in essere il massimo dell'aiuto ai suoi arti inferiori....
Spero che sia regolarmente assicurata e "messa a posto" e non lavori in nero, perchè diversamente non potrebbe rivendicare alcunchè.
Mi tenga al corrente se vuole.

Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dr.Caldarola

In merito al lavoro non sono inquadrata, perchè le società sportive non hanno questo obbligo e questo va mio malgrado per tanti aspetti ma i tempi sono quelli che sono . .
Domani finalmente vedrò la fisioterapista e stando alle carte del pronto soccorso dovrei anche togliere bendaggio e stampelle.
Al momento posso dire che se faccio leggera pressione sul lato della caviglia (andando verso il tendine d'achille per intenderci) sento parecchio dolore, ma la prova fondamentale sarà stare in piedi e camminare senza più supporti.

Non mancherò di aggiornarla sulla situazione
se posso farei una domanda: un disturbo come quello da me presentato può essere ricondotto a forme reumatiche ? e nel caso uno specialista Ortopedico potrebbe essermi di aiuto ?

Grazie e cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Non ritengo plausibili forme reumatiche nel senso di connettiviti (Artrite reumatoide et similia).
Se la situazione non migliora un consulto ortopedico è senz'altro consigliabile: può essere che lei appoggi male il piede e questo sia causa di tendiniti recidivanti e dei dolori alle gambe.
Aspetto novità, se vuole.

cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera, ecco l'aggiornamento
In seduta di fisioterapia mi è stata confermata la distorsione, con versamento
gli elementi interessati sono :
tendine del tibiale posteriore
tendine dell'estensore lungo dell'alluce
e legamenti sul lato interno, quindi sinistro, della caviglia

C'è un acuto stato infiammatorio, nonostante il bendaggio di una settimana
ha comunque consigliato di lasciare le stampelle ma camminare con prudenza e sforzarmi di mantenere le giuste posture, mi ha dato anche dei piccoli esercizi da fare
+ applicazione di pomata antidolore ogni giorno e impacchi con ghiaccio se serve
Niente palestra ma consiglia di riprendere a nuotare presto anche per aiutarmi nel discorso dei dolori alle gambe. Infatti secondo lei negli ultimi tempi ho perso tono e mi ha parlato di una mancanza di drenaggio , per tanto stando tanto in piedi le gambe si affaticano e non scaricano adeguatamente (spero di aver spiegato correttamente le cose perchè non ho molte competenze nel ramo !!)

Mi ha dato l'ok per ricominciare a lavorare la prossima settimana
Speriamo bene !


[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Tanti auguri.
Mi agiorrni pure se vuole.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera, chiedo scusa se torno nuovamente sull'argomento, ma c'è una questione che mi sta creando parecchia confusione.
Mi trovo da un lato con la fisioterapista che mi suggerisce di iniziare a camminare e provare addirittura a nuotare al più presto, per un discorso di tono e drenaggio
dall'altro, sul luogo di lavoro, è un continuo ripetermi che devo stare ferma e riposare.
Di conseguenza mi chiedo: è davvero cosi sbagliato uscire un'oretta e cercare di fare due passi mentre svolgo qualche commissione, o dovrei veramente stare a casa sul divano ?
tra l'altro, ho notato che se sto seduta con la gamba sollevata, essa tende a gonfiarsi proprio in zona caviglia . .

Grazie
a presto