Utente 886XXX
Salve ultimamente sono molto preccupato perchè ho dei problemi di erezione. Fino a un mese e mezzo fa tutto andava benissimo anzi alla grande, però appunto è da un mese e mezzo che qualcosa non funziona in quanto da un giorno all'altro (perchè prima onestamente non avevo avuto segnali) il pene ha iniziato ad avere problemi di erezione. Io ho una fidanzata e i problemi sono nati in corrispondenza del cambio di cotraccettivo, cioè siamo passati dal preservativo all'uso dell'anello. Però non credo che la cosa sia legata perchè ho provato a stimolare il pene anche da solo e le risposte sono state scarse... La cosa strana poi che la situazione dopo un paio di settimane che si era presentato il problema sembrava andata a posto e tutto funzionava per il meglio... Però adesso è una settimana che si è ripresentato il problema e ora sono molto preoccupato perchè non riesco a darmene una spiegazione e soprattuto perchè ho 23 anni.

La mia preoccupazione mi ha portato ad osservare il pene con attenzione e ho notato che nella parte bassa del glande ci sono diversi puntini bianchi e che il glande ultimamente risula spesso screpolato e trovo tracce di secrezioni bianco giallastre penso dovute da quei puntini bianchi. Non so se questo problema possa centrare con l'erezione.

Facendo le analisi del sangue di controllo ho poi notato di avere un livello sopra la norma di creatinina e un livello di acido urico elevato. Anche questo non so se possa centrare.L

Poi le mie preoccupazioni aumentano perchè io sono un tipo che fa vita sana: attività sportiva almeno 5 giorni alla settimana, non fumo e non bevo quasi mai.

Intanto vi ringrazio per l'attenzione e spero che riusciate a darmi quache aiuto.

Grazie ancora.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

ritengo utile, in prima istanza un controllo venereologico specialistico, durante il quale sarà possibile chiarire diversi aspetti delle sue problematiche ed escludere connessioni con dermatosi dell'area genitale.

a fronte di questo si potrà procedere con ulteriori indagini volte a valutare il suo stato.

cari saluti e non alimenti ansie eccessive.
[#2] dopo  
Utente 886XXX

Iscritto dal 2008
Come prima cosa la volevo ringraziare per la risposta e volevo chiederle semplicemente se esiste una possibilità che si possa ricollegare il problema dell'erezione ad una eventuale malattia venerea.

Grazie ancora.

Distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Inverosimilmente riconducibile, nel caso specifico, ma sappia che il problema del deficit erettile, quando psico-somatico, può essere innescato o peggiorato da fenomeni di varia natura anche apparentemente non connessi ad esso.

produca la visita venereologica con fiducia.

cari saluti