Utente 377XXX
Ho 61 anni. Assumo Torvast 40 da 5 anni dopo ischemia coronarica trattata con uno stent. Le ultime analisi riportano un valore del Ck di 191, raddoppiato rispetto a quello di 2 anni fa, quando già assumevo gli stesso farmaci (torvast 40, seloken, cardioaspirina, tareg 40). Avverto da qualche mese qualche dolenzia di troppo ai muscoli del collo e della schiena, ma niente di intollerabile. Devo comunicarlo al mio cardiologo? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
E' molto dubbio che l'aumento di CK sia riferibile alla Atorvastatina che assume da 5 anni. La CPK può aumentare per molte cause.
Inoltre se si tratta di un raddoppio rispetto a 2 anni fa con qualche dolorino non tema una rabdomiolisi acuta con insufficienza renale.
A maggior ragione se la funzionalità epatica è nella norma.
Togliere un farmaco SALVAVITA per questo lieve aumento della CPK è un gioco che non vale la candela.
La ripeta tra 15gg.
Certo che lo deve comunicare al suo cardiologo! Ci mancherebbe!
Faccia sapere se vuole.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Molte grazie, informerò il mio cardiologo e ripeterò le analisi. L'importante è che dietro questo incremento del ck non ci siano problematiche serie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
lei mi fornisce dei dati e io le rispondo telematicamente sulla base dei dati che mi fornisce.
Se ha il dubbio che dietro l'aumento della CPK ci sia altro( non capisco cosa tema) vada in P.S.
Quelli che dispensano gli specialisti di MI+ sono dei consigli con nessun valore diagnostico legale.
Perchè le diagnosi si fanno con il paziente davanti e non a 1500 km.

Buona domenica,
Dott. Caldarola.