Utente 420XXX
Buongiorno
Circa 2 ,5 mesi fa ho avuto un rapporto con una ragazza con il preservativo appena tolto ho notatouna sensazione come degli aghi nel meato,dopo due giorni la minzione frequente e dolore alla vescica.fatta visita urologica mi ha prescritto doxicicina-ciprofloxcina per dieci giorni.non ho avuto miglioramenti ho effettuato urinocultora -psa tutto nella norma ancora oggi non si riescie a capire cos'ho continuo ad avere bruciore alla mizione e dolore vescica che aumentano da sdraiato ,nel frattempo ho altri sintomi che non so siano corelati dipo:rumori intestinali,le orecchie mi fischiano(1mese),irritazione palato molle(1mese),nausea e malessere sa di cosa potrebbe trattarsi?mi sa dire che esami potrei effettuare per capirne la causa?la rigrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Se lei ha indossato correttamente il profilattico, di misura adatta al suo pene, srotolandolo fino alla base e usandolo dai preliminari fino a rapporto concluso e poi ha estratto il pene ancora tumescente e se l'è tolto, verificando la integrità, non vedo come possa aver contratto una uretrite che prima di curare con una associazione di Levofloxacina +Doxiciclina, andava accertata con tamponi uretrali e con la ricerca del DNA di Chlamidya e Mycoplasma nelle urine con PCR.
Se tutto fosse stato negativo si sarebbe evitato un carico inutile di antibiotici e antiinfettivi di sintesi che a quanto pare non sono serviti a nulla.
Desolatamente sbrigativo il suo Urologo.
Io non posso aggiungere altro dato il famoso limite telematico, se non di andare a visita da un Urologo che sia tale non solo per la Pergamena di specializzazione incorniciata ma per esperienza e intuito e di farsi visitare.
Non conosco quando ha terminato la terapia antibiotica, ma i gorgoglii, e l'irritazione buccale potrebbero essere espressione della inopinata massicia terapia antiinfettiva effettuata.
Si senta con il curante e prenda un buon probiotico a dosi generose.
E per la bocca faccia sciacqui con acqua e bicarbonato ad libitum.
Mi faccia sapere se vuole.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Sul profilattico non so dirle perche non l ho contollato ma ricordo che era integro all´ apparenza gli antibiotici gli ho presi il giorno dopo il rapporto per 10 giorni ora il mio urologo mi ha fatto un tampone per la clamydia e stò aspettando risposta. Ma se olte a quelle avessi contratto un infezione tipo hiv i sintomi dopo quanto si hanno più o meno?la ringrazio per la risposta ma
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Nella maggior parte dei casi non si hanno sintomi da sieroconversione HIV.
Se ha deciso di fare il test HIV I-II di IV generazione aspetti quindici giorni e avrà un test DEFINITIVO.
Contemporaneamente potrà fare la sierologia per la Sifilide (VDRL - TPHA). Definitiva anch'essa.
Sul suo urologo le ho scritto cosa penso e lo confermo.
Tra l'altro non c'è solo la Chlamydia che può dare uretrite ma anche il Mycoplasma e i miceti.
E le ribadisco che i tamponi e le culture vanno fatte PRIMA di somministrare qualunque terapia antibiotica. Non DOPO!

Buonasera,
Dott. Caldarola
[#4] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Sul test hiv l ho fatto 30 giorni dopo con esito negativo non so quello che fanno all asl che tipo sia... comunque la mia dottoressa mi ha detto di farne un altro a 3 mesi e ancora uno a 6.sul fatto dell uretrite/cistite come faccio a capirne la causa se il tampone o altro non serve avendo preso antibiotici 2 mesi fa?la ringrazio nuovamente per le sue risposte le auguro una buona giornata
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Dica alla sua Dott.ssa di aggiornarsi.
Il test a 30 gg viene considerato DEFINITIVO per disposizione del Ministero della salute, con una legge che è stata unanimamente recepita dalla conferenza Stato - Regioni.

Che lei abbia preso antibiotici due mesi fa lo dice adesso.
Io le ho detto e glielo ribadisco, che non esiste solo la Chamydia che può sostenere una uretrite cronica, ma anche il Mycoplasma e la Candida Albicans. Oltre a germi comuni.
Se lei con il tampone cerca solo la Chlamydia rischia di fare un altro buco nell'acqua.
Ma dopo tutto faccia come crede!

Dr. Caldarola.