Utente 419XXX
Salve,

premetto che in passato ho avuto un infezione al glande, che dopo un paio di mesi di creme varie mi è rimasto molto sensibile, e spesso si infiamma a causa di saponi e bagnischiuma.



10 giorni fa, a causa di un intensa attività sessuale ( protetta), e numerosi lavaggi con sapone mi sono apparse un paio di piccole macchioline al glande e alla corona ( nella corona non è la prima volta che mi succede) così sono andato dal dermatologo veneorologo, il quale ha detto che alla vista è un leggero fenomeno irritativo, mi ha prescritto peniluvi con bicarbonato e per scrupolo ha voluto fare un tampone cutaneo sul glande, di cui avrò i risultati tra qualche giorno.


Premetto che non ho bruciori ne prurito e la situazione è già migliorata, ho fatto analisi microbiologiche su urine e sperma per germi comuni e germi sessuali tutti negativi.


Sono un pò preoccupato però perchè il mio medico di base mi ha detto che spesso il tampone cutaneo sul glande dà falsi positivi, e trova stafilococchi o batteri che normalmente risiedono li ma non hanno alcuni significato clinico in assenza di sintomatologia importante.


Voi cosa ne pensate? Io non vorrei cadere nel falso positivo poichè entrare nel tunnel delle cremine che magari a sua volta irritano ancora di piu eviterei.

Voi cosa pensate a proposito della falsa positività del tampone cutaneo glande?

grazie
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Confermo quanto dettole dal collega , in effetti la facilità di trovare dei germi , tranquillamente commensali , non patogeni, è elevata.
Ma naturalmente la abilità dello specialista sarà di applicare qualche nozione di microbiologia e patologia generale per distinguere tra i "buoni "e "cattivi", e non partire direttamente con terapie atb prive di senso.
Cordialità