Utente 426XXX
Buongiorno Dottore,
ho un problema che sto trascurando da un po'.
Circa 6-7 mesi fa, la mia ragazza ha avuto qualche fastidio intimo ed anche io provavo dei fastidi dopo alcuni rapporti.
Ci rivolgemmo ad una ginecologa che ha fatto fare ad entrambi una cura per la candida, nonostante il tampone non risultasse positivo.
Da allora mi sono comparse delle macchioline rosse sul glande, come dei piccoli foruncoli rossi sottopelle.
Spesso queste macchie spariscono o sono appena visibili.
Questa estate ho notato un rigonfiamento del prepuzio e secchezza, tanto che durante l'erezioni la pelle si spaccava creando delle piccole lesioni verticali a cui sono seguite delle piccole cicatrici.
In questi giorni è comparso un nuovo strano sintomo: sento delle brevissime e non fastidiose vampate di calore nella zona scrotale. Le vampate durano circa 1 secondo e somigliano a colate di liquido caldo nello scroto e talvolta sul fianco del pene.

Mi rendo conto di essermi trascurato un po', ma l'intermittenza dei sintomi mi facevano dimenticare per mesi della cosa e l'incertezza sulla specializzazione medica da consultare (dermatologo, urologo, andrologo...) mi faceva saltare quei brevi periodi di disagio.
Anche in questo momento, a parte le saltuarie vampate, non ho fastidi (a parte le costanti leggere macchioline rosse).

Anche la mia ragazza lamenta ancora, sporadicamente, qualche fastidio durante i rapporti.
Per completezza dell'informazione, io e la mia ragazza proteggiamo i nostri rapporti con Nuvaring (a valle della visita ginecologica che le accennavo prima), quindi eventuali contagi sono più che probabili.

Volevo chiederle qualche ipotesi sulla mia condizione, ovviamente con la tolleranza che un consulto via internet impone, ma soprattutto un consiglio sulla figura specialistica più adatta a me.

Ringraziandola anticipatamente per la disponibilità mi scuso se sono stato prolisso e le auguro una buona giornata.
saluti,

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,é innegabile che abba patito delle postiti,infiammazioni del prepuzio, che,mutuate probabilmente dalla partner, sarebbero dovute essere diagnosticate con un tampone balanico.Non esiste una correlazione con la sensazione di calore allo scroto ma non sottovaluti la necessità di essere visitato da un andrologo, vista la relativa ricorrenza della sintomatologia.Ha una familiarità diabetica?
Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore,
Innanzitutto grazie per la rapidità nella risposta.
La sensazione di calore è una cosa recente. L'ho notata ieri per la prima volta.
Mentre gli altri sintomi compaiono sempre a valle di un rapporto sessuale.
Mia nonna paterna era diabetica.
Cercherò di prenotare una visita il prima possibile. Essendo monorchide (per una torsione del funicolo quasi 20 anni fa), la cosa mi preoccupa abbastanza.
Per la sensazione di calore, quali potrebbero essere le motivazioni? Infezione? Varicocele?
Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...l'essere monorchide dovrebbe essere una condizione tale da giustificare il costante riferimento ad un andrologo esperto. Cordialità.