test  
 
Utente 427XXX
Gentili dottori, il giorno 4 agosto 2016 ho avuto un rapporto sessuale con un transessuale che riceve nella propria abitazione. Ho avuto un rapporto orale attivo scoperto senza eiaculazione ma ho sentito anche se poco liquido pre-eiacularorio. Ho avuto un ruolo passivo in anilingus con penetrazione della lingua ma io soffro di ragadi anali. Il rapporto anale solo da attivo era protetto da preservativo. Oggi 25 ottobre 2016 ho effettuato test hiv presso l'azienda ospedaliera locale. Volevo sapere quanto rischio di avere contratto l'hiv e quanto attendibile é il risultato che avrò considerando che il medico del reparto di malattie infettive mi ha detto di rifare ancora il test a 6 mesi. Io leggo ovunque che i test sono definitivi a 3 mesi. Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
I test di HIV di IV generazione sono da considerarsi definitivi dopo tre mesi dal rapporto a rischio.
Non lo dico io ma il Ministero della salute che in tal senso ha emanato disposizioni con forza di legge.
Il test di IV generazione a 30 gg ha una attendibilità oscillante tra il 95/97% e richiede come già detto conferma a 90 gg.
Il suo infettivologo non è aggiornato. Mi spiace per lei.
In quanto al rischio: una fellatio recettiva in cui lei ha recepito il pene è a rischio perchè se il transessuale fosse stato HIV o HBV sieropositivo con alta carica virale lo sarebbe stato anche il liquido di Cooper che ha sentito in bocca.
L'anilingus ricevuto è meno rischioso della fellatio che ha praticato.
Spero che il suo infettivologo la sottoponga anche allo screening per la Sifilide e per l'Epatite B.

Buona serata.
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Iscritto dal 2016
Dottore la ringrazio molto per la celere risposta. Se per lei non è di disturbo la ricontatterò a esito ricevuto. La sua consulenza mi pare molto autorevole e soprattutto utile. Grazie per il lavoro che fa e per il tempo che con dedizione e passione regala a questo sito e a noi utenti spesso molto stupidi.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Non siete stupidi voi Utenti.
Sono disinformati i Medici. E questo è grave.
Mi aggiorni pure quando vuole.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 427XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottore il test hiv é negativo. Il medico consiglia di ripeterlo a 6 mesi solo in quanto in letteratura ci sono stati casi di sieroconversione dopo i tre mesi. Anche se rari. Il test da me effettuato calcolando esattamente i giorni sono 86. Posso comunque stare tranquillo? Grazie
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
In letteratura ci sono casi di sieroconversioni tardive anche ad un anno.
Si fidi.
Gli attuali test ricercano non solo gli anticorpi contro HIV I-II ma anche l'antigene p24, che è una proteina virale e rendono impossibile non individuare l'infezione a tre mesi, anzi già a 1 mese con una probatività del 95-97%!
A tre mesi un test HIV di quarta generazione è definitivo.
Per me e per il Ministero della Salute, l'ISS, i CDC di Altanta, la WHO lei DEVE stare tranquillo.
Diversamente faccia un test di ricerca dell'Acido nucleico virale, a sue spese, uno per HIV I e l'altro per HIV II (occorrono due primer diversi), spenda circa 500 EUR e poi chieda al suo medico se abbia acora dubbi.

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.