Utente 701XXX
salve sono un ragazzo di 21 anni ed è da un po che soffro di problemi erettivi.verso maggio decisi di fare una visita urologica, il dottore mi fece fare alcuni esami come l eco-color-doppler penineo,un esame del sangue per vedere se i valori del testosterone e penso altri ormoni erano apposto,un controllo digitale della prostata,e il controllo dell'indice glicemico.tutti gli esami risultarono negativi. mi prescrisse una pillola: il cialis da 20mg da prendere prima del rapporto per un breve periodo, per poi distaccarmene e lasciarla definitivamente!tutte le volte che prendevo la pillola il rapporto andava benissimo e anche i giorni successivi le erezioni mattutine erano perfette e riuscivo ad avere rapporti senza alcun problema di erezioni nell intero arco delle 72ore,appena finiva l effetto del cialis tutto tornava come prima! adesso sinceramente
a 21 anni la trovo una cosa un po insolita, visto che teoricamente non dovrei avere alcun tipo di problema fisiologico, ma al mattino le erezioni non sono buonissime(direi anche scarse)come prima e nella stimolazione sessuale sia con la partner che durante la masturbazione non ho quelle risposte immediate e soddisfacenti che avevo in tempi non molto lontani.ne ho parlato con il dottore di famiglia e lui sostiene come sosteneva l urologo stesso che il mio è un problema psicologico, ma mi chiedo come sia possibile visto che ho letto che l erezioni mattutine sono importanti per capire il corretto funzionamento dell'organo. volevo chiedere se conviene una visita androloga oppure l urologo ha le stesse competenze e posso fidarmi di quel consulto fatto mesi fa!e se dalla d.e. si può guarire definitivamente senza l assunzione di alcun medicinale!Scusate per il poema ma mi piacerebbe tanto capire cosa poter fare per evitare altri spiacevoli incidenti di percorso.P.S. sto con una ragazza che non vorrei perdere per nulla al mondo soprattutto per una cosa simile. che credo che a 21 anni non dovrebbero accadere.attendo notizie e grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,
con la sua affermazione finale smaschera un pò la forte componente psicologica e relazionale che sembra un dato di fondo del suo problema sessuale e quindi questo potrebbe confermare un pò le ipotesi diagnostiche fatte dall'urologo consultato e del suo medico curante. Lasci perdere le sue considerazioni sulle erezioni mattutine che non sempre sono utili a fare una diagnosi precisa. Comunque, da questa posizione, nessuno di noi può farle una diagnosi precisa e per scoprire la causa del suo disturbo in questi casi è sempre bene rivalutare la situazione con un esperto andrologo. Sarà lui che eventualmente modificherà le strategie terapeutiche o ne indicherà di nuove o le consiglierà altre valutazioni.
Se desidera poi avere informazioni più dettagliate su queste tematiche le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org
[#2] dopo  
Utente 701XXX

Iscritto dal 2008
ho letto tutto ma non ho cpt se si può guarire o meno dalla d.e. e poter ritornare a avere le stesse erezioni veloci che avevo tempo fa
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
capita la causa o le cause del suo problema ed impostate le corrette terapie , il suo disturbo dovrebbe risolversi.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egergio signore,
la paura di non guarire attanaglia tutti i nostri pazienti, ma in genere rimangono paure, la realtà è diversa. Le consiglio vivamente di rivolgersi nuovamente all' andrologo che l' ha in cura (o a chi vuole lei) e porgli direttamente il quesito di strade alternative. Via internet posso solo concordare con la possibilità di importanti fattori psicologici, ansiosi ecc.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,
ci tenga comunque aggiornati sull'evoluzione della sua situazione clinica, se lo desidera.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#6] dopo  
Utente 701XXX

Iscritto dal 2008
difficile riuscire a tenere la calma quando accadono certi inconvenienti.Comunque sicuramente vi terrò aggiornati, la prossima settimana prenoterò la visita con l urologo che mi ha già avuto in cura oppure vedo di trovare un buon andrologo dalle mie parti grazie di tutto vi farò sapere
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene , attendiamo.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#8] dopo  
Utente 701XXX

Iscritto dal 2008
salve a tutti ho effettuato nuova visita urologica.il dottore ha iniziato ad escludere un problema di tipo psicologico visto che il cialis ha effetti positivi nel mio trattamento, infatti durante la notte le erezioni sono migliorate ma quelle che continuano a mancare sono quelle mattutine. cmq mi ha prescritto visita cardiologica esami tiroidei e visita neurologica le ultime due le ho già effettuate e non vi è nulla di anomalo solo il neurologo ha notato degli eccessivi riflessi che fanno supporre una tensione eccessiva di tutti i muscoli.qnd mi ha prescritto la vitamina D in gocce da prendere durante i pasti per vedere se i muscoli riuscivano a rilassarsi e migliorarel effetto del cialis. ma come ogni visita che si effettua si dimenticano sempre delle cose da dire , infatti non so quanto possa essere di rilevale importanza però ho notato che quando sono in piedi le erezioni mi sono agevolate rispetto a quando sono seduto e quando faccio dell auto erotismo mi viene sempre durante la notte un fitto dolore alla base del pene che spesso interessa tutta l asta fino al glande.cmq devo effettuare adesso la visita cardiologica per vedere se ci sono probl.
di tipo cardiaco . io cmq ho sempre controllato il cuore visto che ho fatto attività fisica agonistica da qnd ho 10 anni e fino allo scorso gennaio ho effettuato visita cardiologica per attività agonistica! voi cosa ne pensate?
[#9] dopo  
Utente 701XXX

Iscritto dal 2008
ah dimenticavo prima quando avevo l erezioni mattutine a vescica piena sentivo cmq voglia di svuotare la vescica ma anche un leggero senso di piacere che mi mandava in erezione il pene e anche quando defecavo .adesso invece mi sveglio e la voglia di svuotare la vescica è nettamente inferiore a prima ci può essere sempre qualche relazione tra i fattori!
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

segua a questo punto attentamente tutte le indicazioni diagnostiche ricevute. Con la valutazione cardiologica poi ritorni dal suo andrologo e quello che ha riferito a noi deve riferirlo a lui per bene ed in modo diretto magari queste osservazioni se le scriva su un foglietto.

Queste ulteriori informazioni permetteranno al collega di ricontrollare per bene eventuali problemi all'asta del pene o altre problematiche andro -urologiciche più generali.

Si ricordi sempre che, in questi casi ,senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare da parte nostra una risposta corretta , cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una indicazione precisa e puntuale su quali passi successivi fare a livello diagnostico e terapeutico .

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#11] dopo  
Utente 701XXX

Iscritto dal 2008
cmq il dottore mi ha tranquillizzato dicendomi che qst problemi alla mia età sono senz'altro risolvibili perchè ho il problema sarà così evidente da poter subito trovare una cura oppure sarà talmente secondario che andrà via con il tempo senza che noi ce ne accorgiamo
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

questo già mi sembra un atteggiamento corretto nell'affrontare, senza inutili ansie, la sua situazione clinica.

Ci tenga comunque aggiornati sui futuri passi per capire il suo problema, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#13] dopo  
Utente 701XXX

Iscritto dal 2008
dopo aver effettuato controlli neurologici dal neurologo, circolatoli dal cardiologo e aver fatto anche l ecocolor doppler penineo dinamico non si è riscontrata alcun tipo di patologia ... ho un perfetto flusso .... ma continuo a non capire perchè la mia voglia di fare sesso sia elevatissima ma continua a mancarmi sempre quell imput nel atto sessuale che avevo prima,cioè ho sempre una lentezza esasperante per raggiungere l erezione anche se una volta raggiunta riesco a mantenerla bene e tranquillamente!!!mi chiedo cosa sia a non riuscire a far disinibire il mio cervello non lo riesco proprio a capire il dottore mi ha riscontrato un problema di tipo corticale che se ne andrà via da solo....
[#14] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non potrebbe essere il suo problema ansioso? ponga chiaramente la domanda al collega che la segue.
[#15] dopo  
Utente 701XXX

Iscritto dal 2008
si ma infatti è stato questa la diagnosi ... mi ha detto che sono dei problemi ansiosi che andranno via da soli ma io lo spero però quando succederà ??? IO HO AVUuto un pò di esperienze a liv sessuale con la mia ex ragazza non ho mai riscontrato di qst probl, invece tuttele volte che cambiavo ragazza il probl si ripresentava costantemente è come se non riuscissi ad avere la stessa libido èè una cosa pazzesca che non riesco a risolvere
[#16] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
Se così è stato detto, che ne dice di consultare uno psicologo in gamba? Potrebbe essere una soluzione
[#17] dopo  
Utente 701XXX

Iscritto dal 2008
si ci avevo pensato ma credevo che a qst età non avrei dovuto trovarmi con questi problemi
[#18] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
è alla sua età che si consiglia la psicoterapia, alla mia con mentalità ben rigidificata dagli anni, non si consiglia più. Vada con fiducia e visto che è scettico, ne trovi uno simpatico, se non non parla: non scherzo.