pene  
 
Utente 427XXX
Buongiorno,
é da circa 10 gg che per tutta la lunghezza del pene ho un linfonodo rigido. Questo é presente in condizione moscia ma soprattutto é evidente e fastidioso in condizione di pene rigido. Dopo un consulto da un andrologo, mi é stato detto che la natura era probabilmente traumatica e che con 7gg di medicine atte all'assorbimento dell'ematoma tutto sarebbe tornato a posto. (reparilexin)
Anche il piccolo fastidio che provavo è sparito ma il linfonodo é rimasto uguale a prima con ovvi fastidi durante l'atto sessuale. Specifico che il linfonodo é rigido dalla base del pene al glande.
Vorrei gentilmente chiedere il vostro parere su come fare ad eliminare (spero sia possibile) questa durezza del linfonodo.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore, il pene non ha linfonodi lì. Necessità di ecodoppler basale e dinamico per esatta definizione del problema
[#2] dopo  
Utente 427XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera e grazie della risposta. Probabilmente ho confuso con vaso linfatico? Ho eseguito un ecodopller con esito negativo su possibile tromboperite (ho notato che le vene erano ingrossate).
Mi scuso in anticipo se non sono magari preciso purtroppo il referto è difficile da leggere.
Potrei avere una linfangite?

Grazie dell'aiuto
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Allora la classica "palpatina" risolve il problema