cuore  
 
Utente 264XXX
salve , come da titolo nei miei controlli annuali dove eseguo da sempre una visita dallo stesso cardiologo con elettrocardiogramma dove lo stesso dottore conoscendo tutto su di me mi ha sempre confermato di avere un cuore in perfetta forma a prova di bomba ,poi per mia curiosità gli ho richiesto di farmi fare una ecocolordopplergrafia cardiaca dove l'operataore una volta eseguita mi ha subito allarmato dicendomi di avere una aorta discendente pericolosamente oltre i limiti consentiti la quale potrebbe scoppiare per un qualsiasi sforzo persistente .....

il referto recita ...ventricoli e atri di normali dimensioni ,il ventricolo sinistro a normale funzionalità .lieve insufficienza mitralica e tricuspidale .radice aortica di diametro ai limiti superiori della norma 36mm.
ectasia moderata dell'orta ascendente da ricontrollare con controlli seriali ogni 6-12 mesi .

premetto che ancora devo andare a portare il referto al mio cardiologo il quale mi ha sempre sostenuto di avere un cuore di acciaio e che avrei potuto praticare in tutta libertà la mia attività fisica amatoriale .....sono proprio curioso di sapere cosa mi dirà dopo aver visto questo esame voluto espressamente da me perchè se continuavo ad ascoltare i suoi consigli rimanevo allo scuro di questa problematica continuando a fare la mia vita inconsapevole del pericolo che covava dentro di me.
ora che so e per il mio modo di vivere all'improvviso mi cade il mondo addosso perchè sempre convinto ad ogni visita dal cardiologo di avere un cuore perfetto ora mi ritrovo con un problema serio nella parte vascolare del cuore , essendomi già ampiamente documentato sulle varie discussioni in tema ho già appreso credo tutto quello che vi è da sapere su questa molto diffusa problematica della dilatazione della aorta e come di dovrei comportare per preservarla negli anni avvenire ,allo stato attuale non mi resta che tenerla controllata e vedere se continua ad allargarsi e se supera i 50mm scatta la lampadina rossa ....poi si vedrà ....
fino quì sarebbe tutto nella normalità delle cose ma vi è un problema di fondo che vorrei esporre ad un competente cardiologo per avere maggiori riferimenti possibili sulla mia personale situazione credo molto particolare perchè anche se ora consapevole della mia problematica alla orta dall'altra non posso cambiare alcune cose della mia quotidianità perchè poi romperei un certo equilibrio interiore e verrebbero fuori problemi ben più gravi comportamentali legati alla mia patologia psichiatrica di cui spiegherò attentamente nel successivo messaggio la mia situazione ,capisco da una parte devo preservare la mia problematica alla aorta ma non posso rinunciare alla mia attuale attività fisica che non risulta essere esagerata perchè ho imparato a conoscermi e non sforzo mai il mio fisico a sforzi esagerati ,ma quel tanto che basta per arrivare al mio risultato di benessere interiore ,ormai la palestra per me è come uno yoga interiore a cui non posso fare a meno....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In realta 36 mm non sono certo valori di pericolo.
Anche perche' il diametro aortico va messo in relazione alla superficie corporea e lei' e' in sovrappeso.

Come a tutte le persone si consiglia di mantenere i valori pressori al di sotto dei 120/70 mmHg e di fare esercizio fisico (camminare, bicicletta, scale, etc.).
Gli sforzi prolungati ed intensi sono sconsigliati a tutti

cordialita'

cecchini
[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
salve dottore ,i valori di 36mm sono riferiti alla radice quella che parte dal cuore , mentre subito dopo nella parte discendente toracica risulta essere 45mm ,questo è quanto è venuto fuori dal ecocardiodopler cardiaco , ma non so se il valore di 45mm potrebbe essere dovuto ad un rigonfiamento circoscritto o è per tutta la parte discendente dal torace sino alla parte addominale ,infatti vorrei fare ulteriori accertamenti specifici su tutto il tragitto della aorta toracica -addominale per avere un quadro più preciso e completo con due ulteriori esami:
angio RM con contrasto

cicloegometro da sforzo

attualmente ho 48 anni ,altezza 1,74 ,peso 80 kg fisico atletico con massa muscolare molto sviluppata , PA in qualsiasi orario della giornata sempre stabile 120/80 , in effetti non mi spiego questa crescita esponenziale della parte ascendente della aorta a 45mm perchè in famiglia non c'e' familiarità a questo problema e la vita che svolgo risulta molto tranquilla e salutare ,non fumo ,non bevo ,alimentazione molto equilibrata e salutarista essendo per la maggiore vegetariana , l'unica cosa che potrebbe aver causato tale scompenso sulla mia aorta potrebbe essere stata la mia attività fisica eseguita quotidianamente dove svolgo esercizi con pesi a livello amatoriale ma senza sforzi eccessivi dove tengo monitorato il battito cardiaco e durante tutto all'allenamento di 45° minuti giornalieri non supera mai i 110 bpm ,mentre una normale passeggiata sulla pista ciclabile in bicicletta mi porta il battito cardiaco 130-140 bpm ,quindi ne deduco che la mia attività con i pesi non sia così compromettente e pericolosa per la mia aorta tale da doverla dismettere anche perchè dismettere questi miei allenamenti che svolgo in casa mia dove il mio fisico da anni è abituato sono convinto che mi porterebbe ad altri problemi di altra natura anche perchè mi ritengo già sufficientemente attento per preservare la mia persona ,ma se devo rinunciare anche alla palestra che per me è diventata in tutti questi anni come uno yoga mentale ,smettere di farla adrai incontro alla perdita del mio equilibrio psicofisico che mi ha aiutato in tutti questi anni ad andare avanti ,perchè soffro di shizofrenia piscotica in cura psichiatrica e la mia attività fisica mi aiuta tanto .
dottore la prego ,mi dia una sua opinione su tutto quelo esposto perchè attualemnte mi sento come un pesce fuori acqua essendo molto disorientato dall'evento di questa nuova problematica riscontrata sulla mia aorta e non vorrei cambiare in nessun modo il quotidiano della mia vita

tante grazie
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
la porzione discendente dell aorta toracica non é visibile dall ecocolordoppler transtoracico.

all eco transtoracico si visualizzanomsolo i primi 2 3 cm dell aorta.
la discendente toracica non si visualizza.

chieda informazionj al suo ecografista
[#4] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
quindi lei dottore mi confermerebbe un possibile errore grossolano da parte del ecografista?? sarebbe da dilettanti allertare i pazienti per errori di questo genere ,tra l'altro lo stesso ecografista mi ha messo in guardia confermandomi che sono a rischio perchè la misura aorta discendente risulta già nei limiti superiori 45mm e dopo i 50 mm non rimane che l'intervento per evitare il peggio .... riparlare ora con questo individuo credo sarebbe inutile visto che mi ha messo per iscritto sul referto quanto da lui riscontrato sulla ecocardiodoppler ,ma se avesse sbagliato così esageratamente le misure mettendo il paziente in non poca ansia ,di certo una volta accertato il suo errore con ulteriori esami farò certamente le mie forti e perentorie lamentele in direzione sanitaria presso la struttura dove opera .
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi io le ho detto che con la ecografia transtoracia la parte discendente toracica dell aorta non é visualizzabile.

faccia per cortesia copia ed incolladel referto che le é stato consegnato

grazie

cecchini
[#6] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
ho cercato in qualche modo di allegarle le parti più incisive del referto in maniera che possa darmi una sua opinione....


prima pagina
ESAMERICHIESTO: EGOGOLORDOPPLERGRAFTAGARDTACA
EC O CO LO RDO P PLE RG RAF I A CARDI AC A
lndicazione all'esame: per accertamenti Alleza:174 cm
Ritmo cardiaco: sinusale
Peso: 80
FC: 70 bpm
Qualita' esame: sufficiente Kg BSA: 1,9 mq PA: mmHg
Studio Mono-Bidimensionale
Diametro Diastole i Sistole 44 mm Diametro Radice 36 mm
Spessore SIV Diastole /
Sistole
10 mm Diametro Aorta
Ascendente
45 mm
Spessore PP Diastole /
Sistole
12 mm Diametro Arco Aortico mm
FE in 5 Camere apicale 65 o/o Diametro Aorta
Discendente
mm
FE in 4 Camere apicale o/o Apertura del Box Valvolare mm
FE in 2 Camere apicale o/o Area Valvolare
Planimetrica
cmq
Diametro Antero-Posteriore 26 mm Diametro Ventricolo Dx 24 mm
Diametro Supero-lnferiore 34 mm Diametro Atrio Dx 36 mm
Area Planimetrica cmq Calibro VCI esp. / lnso. mm

seconda pagina
Studio DoPPle
\/ mav 1.43 m/sec
VmaxE/A m/sec
--^-r;*+^ .li ninna E / A mmhg Gradlente ql Plcco { l1lselu 8.2 mmhg
^A^ ÉlL nVn teq. di continuità) cmq
Graolente meql() mmhq
Gradiente Ventricolo-
Afriala dx
14 mmhg
Dec. E m/sec
20 mmhq
Area Valvòlare (PHT1 12\ cmo PAP STIMATA
CraOiente di Picco / medio mmhg
Dott.




conclusioni:
ventricoli e atri di normali dimensioni,il ventricolo sinistro ha normale funzionalità .
lieve insufficienza mitralica e tricuspidale.
radice aortica di diametro ai limiti superiori della norma 36mm
ectasia moderata dell'aorta ascendente 45 mm da ricontrollare indicativamente fra 6-12 mesi

purtroppo una volta messo il messaggio sul forum mi rendo conto ora che non si capisce nulla perchè lo allega in maniera disordinata a suo modo e non in ordine come lo avevo richiesto con i valori leggibili , magari legga solo le conclusioni finali di un ecocolordopplergafria cardiaca se possono essere in linea con quello che si può vedere con questo esame



[#7] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
ho capito ora dove è stata l'incomprensione lo sbaglio è il mio perchè ho scritto aorta discendente 45mm mentre in realtà l'ecografo si è riferito alla aorta ascendente che misura 45mm ,mi faccia gentilmente sapere la sua opinione ,tante grazie
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Me guardi
La
Mia opinione la fornisco sui referti

Faccia copia edmincolla del referto per favore

Cecchini
[#9] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
forse non lo ha notato ma le avevo già postato due messaggio più su il copia incolla del mio referto ,ad ogni lo rimetto così lo legge e mi da una sua opinione obbiettiva ....



prima pagina
ESAMERICHIESTO: EGOGOLORDOPPLERGRAFTAGARDTACA
EC O CO LO RDO P PLE RG RAF I A CARDI AC A
lndicazione all'esame: per accertamenti Alleza:174 cm
Ritmo cardiaco: sinusale
Peso: 80
FC: 70 bpm
Qualita' esame: sufficiente Kg BSA: 1,9 mq PA: mmHg
Studio Mono-Bidimensionale
Diametro Diastole i Sistole 44 mm Diametro Radice 36 mm
Spessore SIV Diastole /
Sistole
10 mm Diametro Aorta
Ascendente
45 mm
Spessore PP Diastole /
Sistole
12 mm Diametro Arco Aortico mm
FE in 5 Camere apicale 65 o/o Diametro Aorta
Discendente
mm
FE in 4 Camere apicale o/o Apertura del Box Valvolare mm
FE in 2 Camere apicale o/o Area Valvolare
Planimetrica
cmq
Diametro Antero-Posteriore 26 mm Diametro Ventricolo Dx 24 mm
Diametro Supero-lnferiore 34 mm Diametro Atrio Dx 36 mm
Area Planimetrica cmq Calibro VCI esp. / lnso. mm

seconda pagina
Studio DoPPle
\/ mav 1.43 m/sec
VmaxE/A m/sec
--^-r;*+^ .li ninna E / A mmhg Gradlente ql Plcco { l1lselu 8.2 mmhg
^A^ ÉlL nVn teq. di continuità) cmq
Graolente meql() mmhq
Gradiente Ventricolo-
Afriala dx
14 mmhg
Dec. E m/sec
20 mmhq
Area Valvòlare (PHT1 12\ cmo PAP STIMATA
CraOiente di Picco / medio mmhg
Dott.




conclusioni:
ventricoli e atri di normali dimensioni,il ventricolo sinistro ha normale funzionalità .
lieve insufficienza mitralica e tricuspidale.
radice aortica di diametro ai limiti superiori della norma 36mm
ectasia moderata dell'aorta ascendente 45 mm da ricontrollare indicativamente fra 6-12 mesi
[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ok scusi ero in macchin e non avveo visto il referto-ò
Ok lei ha un'aorta ascendete dilatata.
Da controllare ogni 6 mesi circa.
Eviti sforzi bruschi improvvisi o prolungati

Arrivederci

cecchini
[#11] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
ringraziandola del suo consulto , farò certamente dei controlli più mirati anche sul tratto di aorta toracica e addominale per verificare se dovesse presentare altri tratti dilatati e cerchèrò di capire anche lo spessore delle pareti se si sia indebolito vistosamente ,tutto questo per capire la gravità della situazione e se devo drasticamente cambiare in qualche modo il mio attuale stile di vita a cui non vorrei rinunciare, consapevole di condurre attualmente già una vita salutare e moderata non sforzando mai il mio fisico oltre i 120 bpm con cardiofrequenzimetro alla mano cercando di mantenere comunque un buon tono muscolare augurandomi di arrivare a terza età in uno stato di salute accettabile , leggo purtroppo molto spesso anche quì sul forum dove molti medici a fronte un disturbo come il mio consigliano di smettere di praticare allenamenti isometrici quando invece limitano il paziente a praticare attività aerobica ,io credo che la logica dica che se non sforzo oltre i 120 bpm battiti che equivalgono ad una passeggiata in bicicletta di 40 minuti , in questo caso o li fai in bicicletta o in palestra con i pesi la situazione che presenti sulla pressione del cuore e arterie rimane la stessa ..... ovviamente lei dottore mi è piaciuto molto perche è stato sintetico e molto obbiettivo nel specificare con la mia patologia di evitare sforzi improvvisi e prolungati ,ma molti suoi colleghi vanno oltre impaurendo il paziente obbligandolo in qualche modo a smettere la sua attività fisica dove credo che una persona abituata da anni e anche come nel mio caso da più di 30 anni che pratico attività fisica amatoriale dover smettere comporterebbe certamente un ulteriore aggravio al problema , per sottolineare da quanto da me indicato voglio mettere in evidenza questo interessante articolo dove sono stati sottoposti controlli specifici sull'aorta in un certo numero di atleti seguiti per tutto il loro percorso sportivo dove vi erano atleti con aorta dilatata quando hanno smesso l'attività totalmente l'aorta si è dilatata ulteriomente mentre su altri atleti che hanno continuato una attività fisica anche dopo la loro carriera sportiva l'aorta anche se dilatata è rimasta stabile....

http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=5256

saluti
[#12] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
che ci sia una componente genetica é ovvio, altrimenti tutti vli atleti dello stessso splrt avrebbero le stesse dimensioni aortiche.
legga bene all inizio dobe c e scritto a che valori puo arrivare la,pressione nel sollevamento dei pesi. lei pensa che siano li stessi di chi va in bicicletta o di chi nuota? e che questi valori pressori non influenzino il diametro aortico?

la saluto
cecchini
[#13] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
salve dottore , quello a cui fa riferimento sono tabelle standard valutate su atleti di bodybilding professionisti dove si sottopongono ad alzate e sforzi estremi con pesi per lavorare sulla massa muscolare dove la pressione arteriosa può raggiungere anche 300 -350 di massima per brevissimi momenti ....ma io mi riferivo ad una attività con pesi al di fuori di questi canoni e per farle un esempio pratico ho fatto un giro in bicicletta blando di 40 minuti dove ho mantenuto il battito cardiaco entro i 120 bpm e pressione arteriosa 128-83
il giorno dopo poi
ho eseguito un allenamento di 40 minuti con pesi moderati evitando sforzi e mantenendo battito caridiaco entro 120 bpm e pressione arteriosa 128-83 ..

ora le chiedo un parere obbiettivo , in riferimento ai due tipi di allenamenti uno aerobico in bicicletta e l'altro isometrico con pesi ma mantenendo in entrambi i casi una attenta linea evitando di sforzare l'apparato cardiovascolare con valori alla mano che lo dimostrano ,secondo lei possiamo affermare nel mio caso specifico le due attività svolte anche se molto diverse si equivalgono al fine del carico sull'apparato cardiocircolatorio??
[#14] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' il valore delle resistenze periferiche che cambia nello sforzo isometrico ed in quello isotonico.
Ma e' un concetto complesso da spiegare in un post.
In ogni caso se fa tutto con moderazione non vedo problemi paricolari.

la saluto

cecchini
[#15] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
ok ,capito perfettamente ...la ringrazio per la sua precisa e puntuale opinione e per il supporto che fornite a noi utenti in questo magnifico forum .

buona giornata

saluti