Utente 376XXX
Buongiorno,

al mio piccolo di 6 mesi è stato diagnosticato un ascesso perianale circa 15 giorni fa. Attualmente, dopo esser stato visitato prima dalla pediatra, poi dal chirurgo pediatrico, è sotto terapia antibiotica locale (Gentalyn) e, da ieri, anche orale (non ricordo il farmaco).

Purtroppo ieri , per la quarta volta in quindici giorni, l'ascesso si è aperto liberando parecchio pus. Ho fatto tutto il possibile per eliminare tutto il pus, "spremendo" la parte interessata. Il problema è che trattandosi di un bambino di appena sei mesi, la zona è per forza di cose sempre sporca tra urine e feci, per cui mi preoccupa seriamente il fatto che la zona possa infettarsi, non essendo tra l'altro possibile alcuna forma di medicazione.

Il bambino non sembra soffrire più di tanto e non ha avuto febbre, tranne quando l'ascesso raggiunge dimensioni tali da aprirsi spontaneamente. In quel caso il bimbo è irrequieto e piange spesso.

Non so che fare...spero si possa evitare l'intervento. La domanda che vi faccio è: è preferibile mantenere aperta la ferita, così da favorire la fuoriuscita di pus e conseguente produzione? Oppure è preferibile favorirne la cicatrizzazione?

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
in questi casi è molto importante eseguire dei lavaggi della cavità per far fuoriuscire il contenuto purulento se l'ascesso si è drenato spontaneamente. Spremere provocherebbe intenso dolore al bambino.
Ovviamente, è fondamentale tenere pulita la zona dalle urine e dalle feci.
Se l'ascesso non si è aperto all'esterno, è utile eseguire degli impacchi locali o intraprendere la terapia antibiotica.
Cordiali saluti.