Utente 259XXX
Salve! Vi scrivo per mio padre (64 anni). Da mesi ormai ha un problema che lo perseguita: ha degli spasmi muscolari alla pancia. Sottolineo che non ha nessun tipo di dolore, ha solo questi spasmi, sembra che la pancia dia dei colpi, come se avesse un singhiozzo localizzato all'addome. Questi spasmi gli vengono solo da sdraiato e qualche volta da seduto, mai in piedi o quando è in giro.

A causa di un'anemia sideropenica ha eseguito colonscopia, che ha solo confermato la presenza di diverticoli (cosa che già sapeva di avere), gastroscopia, che ha evidenziato la presenza di una lieve gastrite e di un'ernia iatale, ecografia completa dell'addome che non ha evidenziato problemi di alcun tipo. Volevano fargli anche l'esame con la videocapsula ma essendo risultato per tre volte negativo al sangue occulto nelle feci non gliela hanno fatta fare pensando ad un problema di malassorbimento, in effetti il ferro via bocca non veniva assorbito ed era carente anche di vitamina B, così gli hanno fatto ferro in vena e una puntura per la vit B. E' andato anche al prono soccorso una notte che aveva molti di questi spasmi e lo hanno tenuto lì una giornata per cercare di capire la cause. Gli hanno fatto anche una rx addominale e hanno detto che il problema era la costipazione.

Da un anno e mezzo soffre di epilessia, ha avuto in totale solo 3 crisi, ma è passato oltre un anno dall'ultima, ora prendendo il depakin e il vimpat alle giuste dosi le crisi non gli vengono più. L'epilessia è secondaria a delle minuscole ischemie che sono state trovate dopo il primo attacco epilettico con la RM encefalica con contrasto. Inoltre è diabetico e prende un farmaco per la pressione, uno per il colesterolo (anche se ce l'ha giusto), la cardioaspirina con gastroprotettore e delle gocce contro la depressione che gli è venuta dopo le crisi epilettiche e che è curata con buonissimi risultati, ma comunque è ansioso e tende a fissarsi su ogni minimo sintomo, per questo a volte penso sia un problema di ansia, anche se effettivamente questi spasmi ci sono e sono visibili.

Potreste darci un parere o una dritta su cosa indagare? L'epilessia, che come ho detto è controllata dai farmaci, può c'entrare qualcosa? Può l'epilessia, senza attacchi epilettici, causare questi spasmi?
Grazie e cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Lei verosimilmnte descrive delle mioclonie localizzate ai muscoli dell'addome.
Le cause possono essere molteplici ma dal momento che suo padre soffre di Epilessia, e in tutta onestà non credo che la stessa sia legata alla leucoencefalopatia vascolare che descrive, con buona probabilità si potrebbe ipotizzare un quadro di mioclonie epilettiche localizzate all'addome.
Inoltre tenga presente che gli antidepressivi abbassano la soglia epilettogena e quindi potrebbe essere il caso di rivolgersi al neurologo che ha in cura suo padre per verificare se le dosi di Depakin e Vimpat ( che può provocare a sua volta spasmi muscolari) siano adeguate o vadano ricalibrate.
In genere le mioclonie rispondono molto bene a piccole dosi di Clonazepam ma ovviamente di questo deve parlare con il neurologo.
Se suo padre ha spasmi dei muscoli della parete addominale è un conto: se viceversa come da diagnosi riferita del PS il quadro è legato alla costipazione, si vedono i movimenti intestinali e dunque ciò è espressione una iperperistasi, anche del tenue, localizzata, che va indagata proprio con la videocapsula.
Infine sarebbe opportuno un controllo degli elettroliti plasmatici.
Parli di tutto questo con il neurologo e con il curante, che conoscono suo padre molto meglio di me e possono valutarlo, ciò che a me è precluso.
Dia notizie se le fa piacere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore!
Quindi lei mi sta dicendo che un epilettico, anche in assenza di crisi, può soffrire di mioclonie localizzate, ho capito bene?
Non credo che siano movimenti intestinali, ho provato anche a mettere la mano sulla pancia quando le ha e si sente che è proprio un qualcosa di muscolare.

Prima che gli venisse prescritto il vimpat prendeva solo il depakin, però all'improvviso gli venivano degli attacchi di nausea improvvisi con pelle d'oca, il tutto della durata di pochi secondi. Il neurologo ha detto che erano sintomi di crisi epilettiche che poi si bloccavano, quindi ha associato anche il vimpat. Fino a poco tempo fa lo prendeva da 100 mattino e sera, ora è stato abbassato a 50 sempre mattino e sera in quanto aveva stanchezza eccessiva, sbandamenti mentre camminava, senso di ubriacatura, tutti questi sintomi sono migliorati moltissimo abbassando il farmaco.

Secondo lei, se come ha detto sono delle mioclonie epilettiche, c'è il rischio che gli venga una crisi vera e propria o sono sintomi da trattare solo per il fastidio che provocano?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Sono sintomi da trattare perchè rendono la qualità di vita di suo padre scadente.
Il Vimpat si può tranquillamente sostituire con una marea di farmaci: ne parli con il suo neurologo e faccia sapere se vuole.

Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore!
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Arrivederci,
Dott. Caldarola.