test  
 
Utente 426XXX
Buongiorno egregi dottori. ..volevo chiedervi il motivo per il quale da seduto ho 85 battiti al minuto mentre se mi alzo in piedi diventano 105 e restano tali fino a quando non torno a sedermi anche x ore....sono 20 anni che e' cosi e che me lo domando...grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Buongiorno a lei!
Il passaggio dalla posizione seduta a quella eretta si accompagna ad un aumento della frequenza cardiaca fisiologicamente.
Tuttavia se lei in piedi ha costantemente 105bpm da 20 anni presumo che in tutto questo tempo almeno un Holter ECG/24h lo abbia fatto, quanto meno per vedere i valori durante la notte e durante gli sforzi quotidiani.
Come presumo che abbia fatto almeno un Ecocardiogramma Color doppler per valutare il suo cuore e i suoi apparati valvolari.
Se non li ha mai fatti le conviene programmarli con il medico curante insieme a una prova da sforzo al cicloergometro o al tapis roulant.
Se invece li ha fatti, magari presso un Cardiologo, faccia sapere i risultati, se vuole.
Spero ovviamente che non fumi.

Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore..gli esami da lei consigliati gli ho fatti più di una volta con esiti negativi...in particolare l'holter cardiaco rilevava battiti alti 110 -120 durante piccoli sforzi della quotidianità sul lavoro e durante le camminate e bradicardia 48 al minuto in alcune fasi del sonno....premetto che in questi 20 anni ho sempre sofferto di ansia....ma ora mi domandavo se dopo tutto questo tempo il mio cuore ne soffra...grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se l'ecocardiogramma color doppler non ha posto in evidenza alcuna alterazione degli spessori di parete e settali e nessun aumento dei diametri delle camere cardiache e le valvole sono tutte efficacemente funzionanti significa che il suo cuore non ha risentito della sua Tachicardia.
Che potrebbe essere su base simpaticotonica, dato che ho visualizzato nella sua storia clinica un test da sforzo in cui ha una tendenza alla ipertensione da sforzo sottolineata dall'Eccellente Dott. Cecchini.
Quest'ultimo le ha dato un consiglio molto giusto: quello di fare un ABPM per verificare nella giornata se i suoi valori pressori siano a target (120/70mmhg) oppure no durante le 24 ore e se la pressione arteriosa segua il ritmo circadiano raggiungendo la notte i valori minimi (come si dice se lei sia o no un soggetto dipper).
Ho letto del diniego del suo cardiologo e non capisco il motivo ma tant'è: avrà ragioni che noi non comprendiamo.
Se lo faccia per suo conto o ne parli con il curante.
Perchè se lei è iperteso e tachicardico con un beta bloccante prodebbe acchiapare i famosi due piccioni con una fava....

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Il mio cardiologo non mi fa fare holter pressorio perché secondo lui x un soggetto ansioso e fuori forma i valori pressori durante il test da sforzo sono nella normalità. ..così mi ha detto
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se l'ha detto lui......

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Ok farò un hoter pressorio e ripeterò l eco visto che è da tanto che non lo faccio poi le farò sapere ...ci vorrà un po a prenotare...come la contatto quando avrò gli esiti?grazie dott Caldarola
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
su questo post che rimane aperto....

Cari saluti,
Dott. Caldarola.