Utente 160XXX
Buonasera, mi scuso in anticipo se ho sbagliato specialità in cui inserire il mio consulto, ero indeciso fra questo e ALLERGOLOGIA.
Vi espongo la mia problematica. Circa un mese fa mia sorella , di 39 anni, mai sofferto di allergie ai farmaci o avuto malattie particolari, in seguito a una faringite ha preso per 5 giorni dell'augmentin, visto che i sintomi , non miglioravano, recandosi dal dottore di famiglia gli ha prescritto una confezione di amoxicillina. Persistendo i problemi alla gola , a cui si è aggiunto durante la settimana di cura con l'amoxicillina un dolore forte all'orecchio sinistro più abbondante liquido che fuoriusciva dall'orecchio, si è di nuovo recata dal medico di famiglia. Il dottore allora constatando che il problema era degenerato in una forte otite gli ha prescritto 6 punture di Rocefin, e successivamente altre 6 punture di ROCEFIN dicendole di farne però solo altre 4. Alla decima puntura di Rocefin fatta intorno alle 19 dopo circa un oretta e mezza mentre cenava ha iniziato ad avere un rossore intorno al collo prima e poi durante la notte è degenerato in un rush cutaneo su tutto il corpo specie collo, decoltè, e in particolare di dietro alla schiena a partire dal collo in giù. il giorno successivo è stata portata in pronto soccorso è curata con del cortisone e antistaminico, e non so cosa altro. Dopo circa due giorni per fortuna le macchie rosse sono del tutto scomparse dal corpo. Tornati dal medico di famiglia per informarlo di tutto, il dottore gli ha detto che evidentemente avrà avuto una reazione allergica al Rocefin, e si è segnato la cosa sulla scheda di mia sorella come soggetto allergico a tutta la famiglia delle cefalosporine, e non solo al principio attivo del Rocefin. Parlando con lui , ha escluso che la reazione allergica possa essere dovuta a un eccesso di farmaci presi , ossia prima l'augmentin, poi l'amoxicillina, infine le 10 punture di rocefin, cosa l'eccesso di farmaci presi che avevamo supposto come causa dell'attacco allergico. Sta di fatto che ora non vuole più prescrivere antibiotici della famiglia delle cefalosporine. vorremmo chiedere alcune cose specifiche per sapere come comportarci :
1) E' vero che la causa dell'attacco allergico è dovuto sicuramente dal Rocefin e non dall'accumulo di medicinali presi? come sostiene il nostro dottore , o dice cosi per tutelarsi?
2) E' vero che mia sorella non puo piu prendere antibiotici con Cefalosporine essendo come dice lui stata allergica al ROCEFIN?
3) SU nostra forte insistenza gli ha prescritto una visita ANASTESIOLOGICA, affermando che in pratica non esistono test per le allergie ai farmaci, e che comunque di certo non gli faranno le prove allergiche al Rocefin , ne alle Cefalosporine per tutelarsi da eventuali attacchi allergici? E' indicata la visita ANASTESIOLOGICA? Non doveva mandare mia sorella a fare le prove allergiche da un ALLERGOLOGO?
Scusandomi per la lunghezza , e in attesa di uan vostra risposta vi porgo i più cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Michele Volpi
24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Salve
partiamo dal fatto che Augmentin e Amoxicillina sono la stessa cosa.
In ogni caso sua sorella avrà avuto una reazione allergica al farmaco assunto e giustamente tutti i suoi derivati le sono stati proibiti.
Consiglio antibiogramma e visita allergologica non capisco la visita anestesiologica sinceramente.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera e grazie per la risposta. Tralasciando il fatto che augmentin e amoxicillina sono come dice lei quasi la stessa cosa con la differenza dell'aggiunta del'acido clavulanico nell'augmentin, che dimostra la poca attenzione del nostro medico a dare per due settimane lo stesso farmaco, di certo mia sorella avrà avuto una reazione allergica , ma a quale farmaco? all'augmentin e all'amoxicillina presa per due settimane , o al rocefin? E' quindi esclusa la possibilità che l'attacco allergico sia dovuto a un intossicazione per i troppi farmaci presi in poco tempo? cosa questa che il nostro medico ha escluso, affermando che di certo si sia trattato di allergia al Rocefin perchè l'ultimo farmaco preso prima del rush cutaneo, e non di sicuro a uso eccessivo di farmaci.
Quanto all'Antibiogramma mia sorella ha fatto un tampone faringeo risultato negativo. La visita Anastesiologica non l'abbiamo capita neppure noi sinceramente, mia sorella ha chiesto di potere fare le prove allergiche ai farmaci onde cercare di evitare pericoli in caso di assunzione di altri antibiotici, e il dottore prima ha detto che non esistono prove allergiche ai farmaci, poi che difficilmente le avrebbero fatto le prove sulla famiglia delle cefalosporine vista la presunta allergia al Rocefin, infine su nostra insistenza le ha prescritto la visita anastesiologica affermando che poi decideva l'anestesista a quali farmaci eventualmente fargli le prove allergiche. Ora quale specialista si occupa di fare le prove allergiche ai farmaci? l'Anestesista o l'Allergologo? il nostro medico le ha prescritto la visita anestesiologica affermando che cosi essendo mia sorella in sala rianimazione durante la visita anestesiologica , l'anestesista poteva intervenire in caso di reazione allergica durante le prove. Ma come dice lei pure noi avevamo pensato a una visita allergologica per fare le prove, e sinceramente non sappiamo cosa pensare, tralasciando il fatto che spendere soldi per fare magari poi due visite , una dall'anestesista, e l'altra dall'allergologo non è una cosa che potremmo permetterci a cuor leggero. In attesa di un suo consiglio su come muoverci al meglio le porgo i più cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Michele Volpi
24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Salve
io capisco la necessità di tutela del vostro medico di tutelarsi da eventuali reazioni allergiche ma l'Allergologo è sicuramente di prima scelta per queste patologie.
In ogni caso si rechi dove le ha detto il medico anche se la patologia proviene dalla assunzione di Rocefin e quindi tutti i suoi derivati da non assumere più.
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la celerità nella risposta e la cortesia mostrata. Sinceramente pure a noi è sembrato logico la visita dall'allergologo e solo a scopo di autotutela quella prescritta dal nostro dottore di fiducia, anche perchè conosciamo varie persone con allergie a farmaci e tutte ci avevano detto che loro sono state inviate dall'allergologo per fare le prove allergiche. Vorra dire che eventualmente chiederemo una seconda visita dall'allergologo dopo quella dall'anestesista. Quindi secondo lei la reazione allergica verso un farmaco è sempre dovuta all'ultimo farmaco preso, e non a una magari intossicazione di eccesso di farmaci presi in seguenza.