Utente 871XXX
Salve, da sempre ho avuto il pene curvo verso il basso. Ciò mi ha creato parecchi problemi psicologici, ma nessun problema durante l'atto sessuale. Tuttavia, dopo i rapporti o la masturbazione avverto spesso un leggero dolore al pene. Due anni fa ho fatto una visita andrologica abbinata ad un ecografia il cui riscontro ha mostrato una "placca fibrotica tra corpi cavernosi al terzo inferiore del pene".
Il dottore mi ha quindi prescritto una cura con Piascledine e Rigentex 400 e dopo qualche mese, tramite palpazione, mi ha rassicurato dicendo che la placca si era leggermente ridotta.
Ha escluso possa trattarsi di IPP, ma io non ricordo alcun trauma che potrebbe aver procurato la lesione e la successiva placca.

La visita mi ha rassicurato permettendomi di avere una serena attività sessuale, ma saltuariamente avverto dolore dopo aver avuto un'erezione, il mio pene continua ad essere leggermente curvo e abbastanza rigido.

Ogni tanto faccio un ciclo di un mese con Rigentex 400 assumendo una compressa al dì, ho paura che la situazione possa compromettersi con un'eventuale calcificazione, anche se attualmente non noto alcuna differenza con il passato. E' invece possibile, vista la mia giovane età, che la placca possa regredire?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

si parla di una possibile regressione, in presenza di una reale placca di induratio penis plastica, in cura il 30% dei casi.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 871XXX

Iscritto dal 2008
Quindi la placca fibrotica che mi è stata riscontrata potrebbe non essere causata da IPP?
Il piccolo campanello d'allarme è dato dai dolori che comunque avverto quasi sempre dopo aver avuto rapporti. Si tratta di piccoli fastidi che si acuiscono al tatto.

Cosa mi consiglia?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Che cosa dice il suo andrologo di riferimento?
[#4] dopo  
Utente 871XXX

Iscritto dal 2008
Il mio andrologo, anche in base al risultato dell'ecografia, ha parlato di placca fibrotica pur scollegandola da una IPP. Dopo aver fatto la terapia prescrittami (Rigentex - Piascledine) nell'ultima visita di controllo, tramite palpazione, mi ha comunicato che la placca andava a ridursi.

Tuttavia, accuso spesso dolore dopo aver avuto un rapporto o in seguito a masturbazione e questo mi ha fatto nuovamente preoccupare.

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tranquillo e segua ora tutte le ragionevoli indicazioni datele dal suo andrologo di riferimento che ha potuto valutare in diretta la sua reale situazione clinica.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 871XXX

Iscritto dal 2008
Grazie, anche se le ultime disposizioni dell'andrologo che mi ha visitato risalgono a due anni fa. Pensa sia opportuno, visto i dolori che avverto frequentemente, ricorrere ad una nuova visita?
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sicuramente è opportuno.