Utente 427XXX
Buongiorno,
Circa nove giorni fa, fumando una sigaretta preparata manualmente, ho effettuato un tiro molto profondo ed inalato una grande quantitá d'aria assai calda, in quanto la punta di tale sigaretta ha preso fuoco senza che me ne sia accorto subito. Ho improvvisamente cominciato a tossire con veemenza al fine di espellere il fumo rovente scesomi fino ai polmoni.
Contemporaneamente ho sentito un certo bruciore (non forte ma comunque notevole) alla gola e al torace. Ho dunque tossito ancora un pó, bevuto qualche bocchier d'acqua fredda e dopo circa 15/20 tutto è tornato alla normalitá.
Durante i due giorni seguenti al risveglio ho riscontrato un leggerissimo fastidio nelle suddette parti, ma niente di preoccupante. In seguito il bruciore è del tutto svanito.
Tuttavia da ieri, e cioé otto giorni dopo l accaduto, ho l'impressione di fare fatica a respirare e mi sembra di tanto in tanto di sentire delle lievi fitte al torace (nessun bruciore). In particolare mi sembra di far piu fatica a respirare profondamente.
Tutto ció puo essere dovuto solo all ansia di pensarci.
Tuttavia vorrei sapere innanzitutto se è possibile che tale incidente sia grave se possa presentare delle ripercussioni non subitanee e a lungo termine, che possano svilupparsi in qualcosa di piu grave ed, in seguito, se é il caso di farmi fare un controllo clinico.
Grazie anticipate per la Vs risposta !
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si tranquillizzi, non e' successo niente.
Tenga conto che invece che continuando a fumare lei avrà' un notevole rischio di infarto, ictus, morte improvvisa e cancro.
Se ne renda conto.

cecchini