Utente 336XXX
Buongiorno,
il mio problema al ginocchio è questo.

In agosto, ho avvertito durante un viaggio (c'era tanto da camminare) un fastidio lieve al ginocchio destro, zona esterna laterale. Un fastidio non localizzabile toccandosi.
Il fastidio è rientrato dopo alcune settimane, tant'è che ho anche giocato a calcetto per ben due volte. Poi, causa una contrattura al quadricipite, sono rimasto fermo 25 giorni e ho ricominciato a giocare a calcetto senza fastidi. Il giorno dopo però, ho di nuovo avvertito quel fastidio al ginocchio, stavolta più acuto e da quel giorno non mi è più passato.
Il dolore è molto forte quando piego la gamba oppure quando la stiro dopo che sono stato seduto. Anche quando mi alzo avverto una forte fiammata sulla zona, il dolore poi si attenua o scompare del tutto dopo una decina di passi. Ritorna però quando mi siedo o quando faccio le scale. E a distanza di tre settimane, non avverto nessun miglioramento, anzi le fiammate si fanno più forti. Non sto giocando, cammino e guido soltanto per le normali attività quotidiane.

Cosa può essere successo?
Aggiungo che non ho mai avuto problemi alle ginocchia. Che in movimento non ho mai avvertito nessun trauma nè subito distorsioni anche durante le partite di calcetto. Non si è mai nemmeno gonfiato nè ho mancanza di stabilità
grazie
[#1] dopo  
Dr. Riccardo Preite
36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Buona sera,
tutto quello che racconta, no traumi importanti, no gonfiore, no instabilità' , dolore sulla parte esterna sopratutto durante la flesso estensione del ginocchio, potrebbe far pensare ad un problema extrarticolare, cioè vicino al ginocchio ma comunque esterno all' articolazione. Ora, senza avere effettuato una visita, una ipotesi probabile potrebbe essere una tendinopatia, cioè una infiammazione del tendine. Esternamente al ginocchio e' piuttosto comune la cosiddetta sindrome della bendelletta iliotibiale o IT band Syndrome ( cosi' da poterla studiare sul web). Praticamente e' un infiammazione del tendine che parte dall ' anca ( tensore della fascia lata )e si inserisce sulla parte esterna del ginocchio. La causa potrebbe essere stata la lunga camminata forse senza preparazione riscaldamento e stretching. Il trattamento principalmente prevede molta fisioterapia e occasionalmente infiltrazione di corticosteroidei.
Le consiglio comunque di far confermare il tutto da uno specialista perché e' comunque un problema che può durare a lungo ed essere insidioso.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2014
Sono stato da un ortopedico e mi ha diagnosticato una tendinite inserzionale al legamento collaterale, la cui comparsa è legata secondo lui a un rialzo nella zona del calcagno che mi aveva applicato sul plantare destro e che in realtà ha squilibrato la mia postura. Per il momento, mi ha detto di non mettere i plantari e che successivamente mi prescriverà i nuovi plantari corretti. In attesa del controllo a metà del prossimo mese, mi ha prescritto la seguente cura:
mi ha dato della bromelina 2 volte al giorno e nimedex antinfiammatorio per 10 giorni. Sono passati quindici giorni dalla visita e in realtà non avverto alcun miglioramento del dolore. E' possibile che il dolore (la solita fiammata quando piego o la stiro/mi alzo dopo esser stato seduto) non passi neanche con gli antinfiammatori?
[#3] dopo  
Dr. Riccardo Preite
36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
la tendinite inserzionale non c entra nulla con il legamento collaterale. La tendinite e' l' infiammazione del tendine. il collaterale e' un legamento. Comunque consiglio la fisioterapia eventualmente una infiltrazione di cortisone ( antinfiammatorio ) sul punto di dolore.