Utente 418XXX
Buonasera, vorrei avere un vostro parere riguardo la visita cardiologica eseguita a mia figlia di 4 mesi effetta da stenosi valvolare polmonare. LA visita ha riscontrato: Lieve shunt interatriale sin-dx da PFO, cavita di normali volumi, lirve ipertrofia ventricolare dx, regolari cinesi biventricolari, normali valvole AV, Valvola aortica tricuspide, valvola polmonare a lembi ispessiti moderatamentevstenotica PG VD-AP circa 55mmhg, pericardio nela norma, ritmo sinusale nei limiti per l eta. SEcondo voi cosa drei aspettarmi in futuro? SUbira un intervento? e grave la situazione di mia figlia?? COsa vuol dire lieve shunt e cosa si intende per valvola aortica tricuspide?? Non sarà un altro problema aggiunto alla stenosi della valvola polmonare?? SE subira un intervento, dopo la bambina guarirà o avra sempre problemi cardiaci? È un problema che si porterà per tutta la vita?? UNa valvola stenotica e pericolosa?? Grazie per l attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Lo shunt è un passaggio di sangue dall' atrio sinistro a quello destro attraverso un piccolo foro che potrebbe chiudersi spontaneamente nei prossimi mesi (e che comunque non è un problema, visto che il 30% degli adulti ce l' ha).
Una stenosi della valvola polmonare crea un ostacolo al flusso e dunque sottopone in ventricolo destro a uno sforzo maggiore. In base alla gravità della stenosi l' approccio può essere semplicemente di osservazione nel tempo (se la stenosi è lieve) oppure di tipo interventistico, e in questo caso le alternative sono la dilatazione con palloncino (di solito l' approccio preferito, se possibile, nei bambini più piccoli) o l' intervento chirurgico. Di solito questi interventi hanno successo, se il problema è limitato alla valvola (se cioè non c'è un iposviluppo dei rami dell' arteria polmonare, cosa che pare non sia nel suo caso) e possono permettere una vita perfettamente normale. Immagino che le abbiano già programmato un controllo ecocardiografico a breve per valutare l' evoluzione del problema. Da quello che scrive, è probabile che sua figlia sia candidata a un intervento, soprattutto se il gradiente attraverso la valvola aumentasse. Ma sul tipo e i tempi non è assolutamente possibile dare un giudizio a distanza. Sua figlia non è una valvola ma una bambina, e quindi, oltre all' ecocardiogramma, è importante vedere come sta complessivamente. Quindi deve essere seguita in una cardiologia pediatrica dove sceglieranno l' approccio migliore per lei. Tutte le domande le deve rivolgere direttamente ai medici che la seguono e che potranno darle delle risposte mirate (noi qui possiamo solo dire che problemi dà in generale una stenosi polmonare; lei deve sapere che problemi ha SUA figlia, e questo lo può dire solo chi l' ha visitata direttamente). L' unica raccomandazione che le posso fare è di affidarsi a cardiologi con speciale competenza in cardiologia pediatrica.
Le faccio molti auguri.