Utente 427XXX
Salve,
sono un ragazzo di 19 anni e ho difficoltà ad avere rapporti sessuali con le ragazze. Mi spiego meglio, ogni qual volta che mi approccio con la mia ragazza, sebbene in un primo momento sopravvenga un'erezione, questa non raggiunge mai livelli soddisfacenti tali da consentire la penetrazione e anzi va via via scemando rendendo impossibile persino mettere il profilattico. Personalmente ho pensato che questo sia per un calo di libido, ma non lo direi con certezza. Per completezza riporto che ho erezioni mattutine più o meno quotidiane sebbene in periodi di particolare stress esse siano state anche assenti ed inoltre durante la masturbazione (non praticata dal partner) il più delle volte raggiungo una erezione completa. Quanto riscontrato si è verificato cinque volte negli ultimi due anni ossia ogni qualvolta che io e la mia partner precedente, o io e la mia partner attuale, abbiamo provato ad avere un rapporto. Tuttavia, inoltre, frequentemente nemmeno durante i rapporti orali il pene riesce ad avere una condizione soddisfacente pur sopravvenendo l'eiaculazione e l'orgasmo e questo anche a fronte di una masturbazione. La situazione sta iniziando a divenire disagiante poiché personalmente la sento come un limite al nostro rapporto e credo che anche da parte della mia ragazza stia sopravvenendo questo pensiero.
Spero vivamente che, nei limiti imposti dal mezzo virtuale, possiate darmi qualche delucidazione, sono pronto a fornire anche ulteriori dati qualora richiesti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore alla sua età il più delle volte i problemi sono psicogeni. Ma non è detto che lo sia nel suo caso specifico potrebbero esservi anche altri problemi di natura organica. Pertanto ad evitare di portarsi dietro questo fardello consulti collega del vivo per diagnosi e terapia definitive