Utente 887XXX
Premetto la mia incoscenza. Detto questo, ho avuto un rapporto orale non protetto con una ragazza che conoscevo appena. Preso poi dall'ansia mi sono recato dal medico di famiglia e mi sono fatto prescrive gli esami del caso. Il prelievo è stato fatto per epatite B - C - HiV e VDRL a 20 e 68 giorni dal rapporto. Sono stati eseguiti con il metodo della chemiluminescenza e per fortuna risultano tutti negativi. Considerato che per l' HiV bisogna aspettare 100 giorni per il periodo finestra (almeno da quanto letto nelle varie risposte del forum), posso stare assolutamente tranquillo per epatite B - C e sifilide o anche loro necessitano di un periodo finestra più lungo? Sono in ansia ed il medico di base dice che è inutile ripetere gli esami prima di un mese visto l'esito degli ultimi.
Ringrazio anticipatamente per il servizio che offrite e tutti coloro che vogliano rispondere al mio quesito.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
LE consiglio, anzitutto tranquillità.

gli esami per ora sono a posto.

produca fra un mese dei nuovi esami ma si faccia consigliare da un venereologo per ottenere un quadro più ampio ed esami più specifici di quelli che ha prodotto sinora.

per la sua sicurezza; ad ogni modo nessuna ansia immotivata alo stato attuale potrà giovarle; cerchi di stare il più sereno possibile.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 887XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dr Laino, per la risposta e per la celerità. Seguirò il Suo consiglio.