Utente 428XXX
Vi racconto ciò che sta succedendo a mio fratello (49 anni) dal mese di agosto forti dolori all'anca che lo costringevano a zoppicare, varie visite ma non si capiva quale fosse la causa, dopo un mesetto dolore lancinante alla spalla ed un'escrescenza sull'addome, varie ipotesi dei medici ma ancora nulla di fatto fino alla manifestazione di crisi epilettiche qualche giorno fa (3 crisi n un giorno). Finalmente la diagnosi; tumore al polmone non operabile per colpa della posizione dicono ramificato al cervello, all'anca, alla spalla e al rene. Ora si attende la broncoscopia per iniziare radio e chemioterapia, dicono che le lesioni sono davvero piccole, la più grande è alla spalla di 1,5cm. Ho una speranza a cui aggrapparmi? Vi prego non sono pronta a lasciarlo andare via. Aiutatemi.
[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
8% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signorina un tumore al polmone non operabile già pluri-metastatico fa pensare ad un tumore molto aggressivo. Per capire cosa fare è necessario sapere che tipo istologico è attraverso una biopsia (con la broncoscopia se raggiungibile o per via radiologica) o sulla escrescenza sulla pancia. La speranza è che sia un tumore che risponde alla chemioterapia per avere speranze di avere dei risultati. Mi faccia sapere. Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimo Prof. Gerunda purtroppo dall'esame istologico risulta che il tumore sia già al IV stadio, si tratta di preciso di adenocarcinoma a cellule squamose. Oggi la visita ad Avellino con il dott. Rossi dell'equipe del Prof. Gridelli il quale gli ha consigliato di cominciare la radioterapia per il cervello e la spalla, proseguire con altre analisi e poi cominciare con la chemio. Questo dottore è stato molto gentile e garbato ma non ha accennato in alcun modo alle aspettative di vita. Vorrei sottolineare che non noto in mio fratello quasi nessuno dei sintomi elencati nei vari siti e forum in questa fase del tumore, non presenta dimagrimento, né tosse con sangue, né raucedine, il suo unico sintomo è la difficoltà respiratoria da sdraiato. Se non è chiederLe troppo mi piacerebbe davvero tanto avere la Sua opinione in merito.
La ringrazio vivamente.
[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
8% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile signore un tumore al polmone metastatico (IV stadio) a questo livello lascia poche speranze di successo per qualunque terapia. Non so il tipo istologico e quindi non so qualche chemioterapia sia adatta. Spero che in qualche modo il tumore possa rispondere ai farmaci. Certo è che è molto avanzato e apparentemente molto aggressivo: quindi ci sono in genere poche speranze di superare qualche mese di sopravvivenza. Cari saluti.