tosse  
 
Utente 428XXX
Salve, sono una ragazza di 17 anni MOLTO ansiosa. Mi scuso se rivolgo questa domanda in questa sezione, ma quella di otorinolaringoiatra era tutta piena e mi preme veramente avere un parere diverso da quello del mio medico di base. Ho la tosse da circa sei mesi, inizialmente pensavo facesse parte di un'influenza e, presa sottogamba, l'ho curata poco. Ho fatto circa una settimana di aerosol, durante la quale non avevo riscontrato sollievo. Dopo aver smesso, ho fatto passare ancora un po' e ho deciso di andare dal mio medico che mi ha dato uno sciroppo per la tosse pensando fosse faringite. Inutile dire che è servito a ben poco. Sono tornata dal medico e mi ha dato una cura antibiotica, ma niente. Ho cambiato medico per questioni di comodità e l'attuale mi ha fatto fare le analisi del sangue che sono risultate nella norma eccetto alcuni valori che hanno fatto pensare ad un'allergia. Così, ho fatto anche le prove allergiche e la spirometria per scongiurare l'asma, sono risultati negativi, infatti, entrambi gli esami. La diagnosi dell'allergologa è stata RINITE CON SCOLO RETRONASALE, segnandomi così degli spray per il naso. Effettivamente sento il muco che scende per la gola e il mio naso non è molto libero. Questa cura l'ho seguita per un mese, affiancata però all'antistaminico che dava un pelo di sollievo. La situazione non è migliorata. Tornata dal medico, mi ha consigliato una visita da un otorino presso però una struttura pubblica, quindi la visita è stata abbastanza superficiale. Anche qui la dottoressa che ho incontrato ha confermato la rinite, dopo avermi visitato e letto le analisi. Mi ha cambiato gli spray ma onestamente non me la sento di prenderli perché non sono convinta di questa cosa avendo già fatto una cura simile. La tosse attualmente si presenta con prurito alla gola, a volte sento un rantolio ma non tossisco per tutto il giorno, solo in alcuni momenti. Mai riscontrato problemi come sangue nel muco o qualcosa di particolarmente allarmante, il muco il più delle volte è trasparenre. Solo che a volte ho una sensazione di prurito proprio sulla zona del collo corrispondente alla gola, così capita che a volte mi gratto. Aggiungo che poco tempo prima la tosse ho avuto un forte raffreddore e un'influenza con placche alla gola. Sono tendente all'ipocondria e ho il costante timore che possa essere qualcosa di più allarmante. Tra non molto dovrò fare una visita approfondita presso un otorino privato, i dottori dove sono stata mi hanno detto che non è necessario fare un RX al torace poiché sono molto giovane e dalla situazione non sembra esserci qualcosa di pericoloso, ma io continuo a tossire a distanza di sei mesi e sono chiaramente stanca di ciò. Con internet, poi, dove se si cerca qualcosa il primo risultato è un cancro o un linfoma, mi agito sempre di più. Vi prego di darmi una risposta o anche solo un parere su cosa potrei fare, perché sono esausta. Adesso ho interrotto tutte le "cure" perché penso che il mio corpo sia saturo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Innanzitutto, possiamo escludere a priori una forma tumorale, se è questo che vuoi sapere. La sintomatologia riferita puo' avere come causa una esofagite da reflusso od una rinosinusite, od una faringotracheite su base allergica. Per questo, è importante che lo Specialista cui ti rivolgerai ti sottoponga ad una rinolaringoscopia a fibre ottiche. Una volta in possesso della diagnosi, cerchero' di esserti di aiuto.
Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio infinitamente, volevo infstti agfiungere che la prima visita dall'otorino h a ipotizzato potesse esserci anche un problema di reflusso, anche il mio medico lo sospettava e mi diede una cura da fare che però non presi in considerazione perché non sentivo probleni a livello dello stomaco. Speriamo che con la prossima visita si riesca a giungere ad una conclusione, la terrò aggiornata!
[#3] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Con un semplice esame fibroscopico, si potrà avere un'idea precisa della causa scatenante la sintomatologia.
[#4] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore, volevo tenerla aggiornata anche se a distanza di tempo: ho fatto la visita dall'otorino con sonda che gli ha permesso di vedere nel mio naso/gola. Dunque, mi ha detto che ho il setto un po' deviato e effettivamente ha confermato la rinite vasomotoria con scolo retronasale. Mi ha detto di continuare con la cura che stavo facendo, se mi dava sollievo, altrimenti mi ha detto che la tosse passerà da sola.
Onestamente non sono molto soddisfatta, perché come ormai avrà capito, la tosse è comunque presente e ho cessato di fare qualsiasi tipo di cura. Pensa che è possibile che la tosse passi da sola?
[#5] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Ah, mi sono dimenticata di aggiungere che a questo punto pensavo di dedicarmi a rimedi un po' più naturali. Pensavo che andare ad una spa mi potrebbe magari aiutare nel trattamento della rinite e, a sua volta, della tosse. Sa, ho letto che sauna, bagni di vapore e altro possono essere un'ottima soluzione. Cosa ne pensa lei?
[#6] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Se la sintomatologia non è legata ad una esofagite da reflusso, è possibile che la tosse possa passare da solo, anche se i tempi saranno molto lunghi. Per quanto riguarda la spa, sarebbe meglio allora una cura termale.
Buona domenica