Utente 427XXX
Buongiorno,
In occasione di ricovero per embolia polmonare, alla tac con contrasto che accertava tale patologia, sul referto è stato scritto anche "are ground glass di circa 10 mm da vedere in ambito specialistico fra tre mesi circa".
Oltre a dovermi occupare della trombosi, già di per se patologia preoccupante, mi trovo col panico per questa diagnosi.
La mia cardiologa per tranquillizzarmi ha fatto vedere il tutto ad uno stimato professore ecografo che ha escluso qualcosa di brutto ma ha detto che può essere il risultato di una vecchia bronchite passata sotto silenzio.
È verosimile? Non sono fumatrice.
Vi ringrazio di una vostra eventuale risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Paolo Campioni
24% attività
20% attualità
12% socialità
FERRARA (FE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Una piccola area di parenchima polmonare con aspetto "a vetro smerigliato" (scusi ma preferiamo parlare italiano), in corso di embolia polmonare può essere semplicemente collegata al minimo danno perfusionale che l'embolia polmonare può provocare sul tessuto polmonare.
Il controllo a tre mesi consente di confermare se questa alterazione è correlata alla pregressa situazione ischemica e pertanto se è aumentata, ridotta o invariata.
Altre volte questa lesione può essere un campanello di allarme per altre patologie ma, nel suo caso, essendo comunque presente l'embolia polmonare ed essendo l'area di dimensioni veramente esigue, il rapporto tra le due è il più probabile e verosimile.