Utente 428XXX
Sono donna di 58 anni,peso circa 50 kili.Giorno 27ottobre sono stata sottoposta ad un intervento di laparoscopia per togliere una cisti ovarica,la cisti risultava essere appiccicata e mi è stato tolto l'intero ovaio.dopo 2 giorni (il 29)sono stata dimessa con cura di antibiotico da fare per 6 giorni.Giorno 1 novembre sento il ginecologo che mi ha operata,mi domanda se sto facendo a casa le punture di seleparina, dico di no;nessuno lo aveva comunicato,così il ginecologo si informa e mi comunica che in clinica dopo l'operazione avevo già fatto due punture di quel farmaco e che a casa ne dovevo fare 10.Comincio proprio da giorno 1 alle10:30 del mattino con la prima iniezione e il pomeriggio dello stesso giorno comincio ad avvertire un forte dolore sotto al petto(al centro)forte tachicardia e sudorazione. Mio figlio chiama il 118,mi hanno visitato a casa riscontrando proprio tachicardia,che si è andata a regolare via via col tempo da sola,mentre per il dolore sotto al petto hanno detto che si trattava di problemi gastrici,prescrivendomi un gastroprotettore.Durante la serata,dopo l'assunzione del gastroprotettore noto un miglioramento ma anche il persistere del dolore anche se un po meno,per cui chiamo la guardia medica che mi consiglia la gaviscon per quella sera e per dopo i pasti nei giorni a venire.seguo l'intera terapia(seleparina inclusa),il dolore al petto diminuisce nettamente diventando lieve e ad intermittenza,per arrivare a giorno 4,giorno in cui durante la notte vengo svegliata da una forte tachicardia.Riviene il 118 che mi trova tutto in regola tranne proprio la tachicardia (con battiti a 150).Mi fanno una puntura e una flebo,vengo portata al prontosoccorso.Mi fanno prelievo e ECG trovano tutto in regola tranne la tachicardia (poi nuovamente regolarizzata, tachicardia che loro hanno identificato come sinusale) una forte disidratazione e valori di transaminasi alti. Mi dimettono dicendomi che devo bere molto (2 litri al giorno) e seguire una dieta di pesce per poi tornare lunedì mattina per fare un prelievo e paragonare le transaminasi.Domenica notte avverto ancora tachicardia ma sopportabile aspetto la mattina e vado al prontossocorso come da accordi.Li mi fanno prelievi ed ECG(regolare),poi mi comunicano l'esitodegli esami che risultano ancora alti.Quest quelli fuori dalla norma:emocitometrico
RDW-SD 38.8
Piastrine 434
Enzimi
S-AST (GOT) 98
S-ALT (GPT) 242
S-LDH 278
metodo:beckman AU
S-Creatinkinasi 351
Proteine
S proteina c reattiva 5.4
Dati questi valori mi consigliano la visita da un epatologo professionista.C'è da dire che prima e dopo l'intervento sono stata molto ansiosa (e continuo ad esserlo) e nei giorni successivi all'intervento ho sempre avvertito pure debolezza.perché quei valori alti questa improvvisa tachicardia, disidratazione(con continuo stimolo di urinare)e debolezza?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
per cortesia ha eseguito anche il dosaggikdel D dimero?
Hanno escluso una embolia polmonare?

grazie
[#2] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottore grazie della risposta dalle note della diagnosi della prima volta in prontossoccorso leggo:
Esami ematochimici completi nulla da segnalare ad eccezione di uno scarto di transaminasi,curva tropononica negativa,ecografia addome completo nulla da segbalare ad eccezione di un evidente disidratazione. Emogasanalisi nulla da segnalare.
E poi la nota in cui si indica che dovevo ritornare stamattina per ripetere esame dosaggio enzimi epatici.
Mi devo preoccupare per una possibile embolia polmonare?non leggo nulla del d dinero a parte questi esami so che mi hanno fatto una ecg; trovandomi una tachicardia sinusale secondaria, poi rientrata nella norma
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Beh se la emogasanalisi è normale è evidente che hanno scattato l ipotesi della embolia polmonare

Arrivederci

Cecchini
[#4] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Grazie ancora; cosa mi consiglia di fare a questo punto? La seleparina puo aver causato problemi? Le problematiche che ho avuto dopo l'intervento rientrano nella norma o c'e da preoccuparsi?
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No certamente la seleparina non c entra niente
Senta il
Parere di un epatologo

Arrivederci

Cecchini
[#6] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Grazie buona serata
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
per cortesia ha eseguito anche il dosaggikdel D dimero?
Hanno escluso una embolia polmonare?

grazie