Utente 428XXX
Gentili Dottori,scrivo in merito ad un dubbio.In data 25 Settembre ho praticato una fellatio, ad una persona di cui sconosco lo stato sierologico e seppur non sia entrata a contatto con liquidi biologici,dopo circa4 giorni ho avvertito un mal di gola che persiste sino ad oggi,rigonfiamento linfonodo inguinale,temperatura che oscillava ed oscilla tra 36.5 36,8 da un mesetto e altri sintomi.Ho effettuato un test a 28 giorni metodica Cmia 4 generazione risultato negativo ma i sintomi persistenti mi hanno portato a ripeterlo a40 giorni sempre negativo.Ho avuto rash dopo quello effettuato a 28 giorni.Vorrei capire se i miei sintomi sono imputabili all'hiv o se posso focalizzarmi su altra patologia.Puo' un test dopo 40 giorni se ripetuto positivizzarsi?Io sento come se avessi un virus nel corpo.Dimenticavo che ho avuto rash cutanei piccoli sia prima del test a 28 giorni che dopo.Se fossi sieropositiva non si sarebbe evinto gia' con uno dei due test?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
il test che ha fatto Lei a 28 e 40 gg ha una attendibilità del 95-97%.
Lo ripeta a novanta giorni dal rapporto a rischio per il risultato definitivo. (Ministero Salute - ISS)
Come faccia a sentire nel corpo la presenza di un virus lo sa solo lei.
Per i rash cutanei consulti un dermatologo e lasci stare la sindrome da sieroconversione: il test a 40 gg sarebbe risultato positivo.

Cordialità
Dott. Caldarola.