Utente 428XXX
Salve, chiedo un consulto perché sono preoccupata circa quanto avvenuto in questi due giorni. Soffro di cattiva circolazione alla gambe (vene più visibili, pesantezza, qualche vena varicosa, estremità fredde), cosa a cui ho cercato solo ultimamente di porre rimedio lavorando purtroppo in ufficio ed essendo costretta a molte ore seduta o nella stessa posizione. Cerco di pormi nonostante gli impegni almeno una camminata di mezz'ora al giorno. Spesso avvertivo pesantezza alle gambe e mi svegliavo dei con degli ematomi agli arti inferiori nonostante non ci fossero cause traumatiche. La sera uso una lozione per gambe pesanti, faccio dei massaggi, quando sono in piedi cerco di fare dei piccoli esercizi alzandomi in punta di piedi e cerco di dormire con le gambe sollevate. Solo due giorni fa a ritorno da un viaggio (che mi ha costretta in treno 8 ore seduta), casualmente facendo la doccia ho notato un livido color giallastro scuro/blu all'altezza della coscia sinistra, toccandolo ho sentito "un nodulo" sottopelle, una pallina che si estendeva sempre nelle vicinanze dell'ematoma. Non mi era mai successo e sono preoccupata, è possibile che sia un grumo di sangue? Tengo a specificare che l gamba non mi fa male, quindi non avverto dolore se non tocco questo "nodulo", alla pressione sento un leggero dolore e fastidio, non ho febbre anche se mi sento più spossata e ho una sensazione generale di "abbattimento" fisico, che può avere mille cause. La gamba non è gonfia né sento calore alla zona ma c'è solo questo ematoma e questo nodulo sotto che se toccato provoca un pò di dolore. Tengo a precisare che ho25 anni e soffrire di questi problemi già da adesso mi spaventa un pò, purtroppo sono fumatrice. Assumo mirtazapina e xanax al bisogno per curare un disturbo di ansia, non prendo nè assumo altri farmaci esclusi i Fans e dei multivitaminici ogni cambio stagione, e con loro caffé e alcool che ho ormai bandito da 1 anno. Sono preoccupata vista la giovane età, più che altro e che questo "grumo" "nodulo" (scusate ma non saprei come definirlo perché non riesco a capire se la vena si è ispessita) sia una spia di qualcosa di più grave o urgente. Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
risulta per noi impossibile a distanza fornire una valutazione attendibile riguardo il "nodulo" che descrive.
Le possibilità sono davvero tante, non essendo possibile in linea di proncipio escludere da questa postazione anche la eventualità da Lei paventata di un nodulo varicoflebitico (flebite su varice). Un iniziale valutazione del Suo Medico potrebbe essere senz'altro dirimente, anche se, considerato il quadro che descrive e la Sua giovane età, un controllo specialistico con ecocolordoppler sarebbe in ogni caso fortemente auspicabile.
[#2] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Salve, la ringrazio per la sua celere risposta. Proverò ad una visita presso il mio medico curante. Una domanda, nel caso si trattasse di un trombo sarebbe "normale" vista la giovane età? O sarebbe una cosa abbastanza inusuale? In questo caso è prevista una cura o c'è la possibilità che regredisca da solo? Il livido sta pian piano scomparendo anche se quei grumi sottopelle continuano ad esserci. Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
La eventuale formazione di un trombo può riconoscere cause diverse e spesso concorrenti.
Piuttosto che inoltrarsi in ipotesi tutte da dimostrare attenderei una identificazione più precisa del fenomeno.