Utente 428XXX
Salve a tutti i gentili Dottori. Sono un ragazzo di 23 anni e da poco tempo ho un problema di erezione, ma andiamo per gradi.
Sono stato operato 3 anni e mezzo fà per pene curvo e fimosi serrata. A casa, pochi giorni dopo l'operazione ho avuto diverse erezioni (nonostante le pastiglie anti erezione) che mi hanno fatto saltare un punto all'interno del pene (credo si chiami corpo cavernoso o muscolo) che mi provocò momentaneo dolore e gonfiore. Il dottore che mi operò mi disse che non c'era alcun problema. Infatti passato il decorso post-operatorio ho finalmente perso la verginità, ho avuto rapporti sessuali e masturbazioni senza alcun problema con erezioni normalissime (mai avuto problemi di erezioni anche da più piccolo) e senza problemi di eiaculazione.
Da 3 anni mi masturbo circa 1 massimo 2 volte al giorno con l'aiuto di materiale pornografico, escluso quando ho rapporti occasionali tutte senza problemi di eccitamento o erezione...appunto...fino a 1 settimana fa.
Masturbandomi ho avuto la solita erezione senza difficoltà, ma quando ho fatto una pausa senza eiaculare, dopo pochi minuti ho tentato di riprendere l'erezione ma non c'è stato verso...la prima volta che non riuscivo ad avere un erezione nonostante fossi eccitato.
Lì per lì ho lasciato stare fino alla sera, quando ci ho riprovato, e anche se con più fatica sono riuscito ad eiaculare.
Ma il giorno dopo uguale. Per avere un erezione devo stimolare molto di più il pene con la mano e il pene si indurisce molto molto più lentamente dalla base fino al glande. Dopo tanti minuti finalmente riesco ad avere un erezione ma bastano pochi secondi di distrazione dal porno e dalla masturbazione che il pene subito si "smolla".
E' così da diversi giorni. Erezioni molto più difficili rispetto a poco tempo fa e meno durature, a volte nemmeno raggiungo l'erezione. Questa cosa ovviamente mi sta provocando ansia e paranoie, in quanto prima mi masturbavo spensieratamente, ora lo faccio quasi come per "autoverifica" per vedere se riesco ad avere un erezione come poco tempo fa.

Quale può essere la causa visto che a quando ero piccolo fino a pochi giorni fa non ho mai sofferto di problemi di erezione e ho quasi sempre avuto erezioni mattutine? Aggiungo che sto attraversando un periodo di ansia particolare per motivi familiari, ma è una cosa che si protrae da 2 anni, non da adesso.

-Può essere il punto interno che dopo 3 anni da problemi all'erezione?
-Può essere che masturbandomi 1-2 volte al giorno ho "consumato" o "sforzato" troppo il pene?
-Dovrei evitare di masturbarmi per un pò?
-Colpa dell'ansia protratta da anni? (non sessuale ma ansia esterne che minano la sfera sessuale)

Intanto chiedo un parere a Voi esperti, se la cosa dovesse peggiorare o continuare proverò a tornare dall'andrologo che mi operò.

Vi ringrazio di cuore.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,mantenga la calma e stia sereno.Analogamente a quando per una notte non si dorme o al mattino non si evacua, può accadere che una funzione spontanea qual'é l'erezione, possa venir meno o non avvenire affatto.Le ipotesi da lei avanzate non sono plausibili ma ne approfitterei per consultare uno specialista per non alimentare ulteriori fantasie negative.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la Sua celere risposta. Effettivamente è vero il concetto, però quando non si dorme per una notte si è abituati, può capitare spesso. A me erezioni difficili così e meno durature non mi sono mai accadute prima d'ora, per cui non essendone abituato mi sono preso d'ansia, anche perchè sono abbastanza paranoico di mio...
La Sua risposta mi tranquillizza, però visto che la cosa dura da un pò di giorni vedrò in queste ore/giorni come risponde il pene durante e prima la masturbazione. La aggiornerò.

Secondo Lei Dottore, quanto potrebbe durare questo "deficit"?
O magari potrei sospendere la masturbazione per qualche giorno?

Grazie, Distinti Saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...nel sesso, tutto ciò che é strumentale configge con la spontaneità della funzione erettile.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Farò tesoro di quanto ha scritto. Le farò sapere come andrà. La aggiornerò.

Grazie, Distinti Saluti
[#5] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Caro Dottore, dopo un giorno torno a scrivere per aggiornarla della situazione.
Aveva ragione Lei; ero troppo ansioso e paranoico del fatto che per qualche giorno non riuscivo ad avere erezioni come prima.
Cercavo di masturbarmi esclusivamente per vedere se riuscivo ad avere erezioni normali, come ha detto lei (...nel sesso, tutto ciò che é strumentale configge con la spontaneità della funzione erettile).
Ho cercato di rilassarmi e portare la mente altrove per poche ore.
Ebbene oggi sono riuscito a masturbarmi con erezioni finalmente normali e durature come prima, eiaculando 2 volte senza problemi, come prima. Ho notato che concentrandomi solo sulla masturbazione senza pensieri ansiosi (come facevo prima) sono riuscito ad eccitarmi come prima.

E' incredibile come l'ansia e lo stress della vita quitidiana accumulato nel tempo, possono ripercuotersi nella sfera sessuale.

Sperando di continuare così cercherò di controllare l'ansia come oggi. Da domani comincio anche a camminare 30 minuti al giorno così da sfogarmi (sono sedentario).

La ringrazio per il Suo PREZIOSO consiglio. Le auguro buon proseguimento.

Distinti saluti.