Utente 886XXX
Salve,11 giorni fa sono stato sottoposto ad un'intervento di asportazione delle neoformazioni,circoncisione,frenuloplastica per una fimosi congenita e devo dire di essere stato trattato benissimo.
Prima di essere operato il mio andrologo mi ha fatto fare un paio di esami per vedere lo stato attuale prima dell'intervento.
Ho eseguito uno spermiogramma una ecografia scrotale e un ecocolordoppler.

L'ecografia scrotale :
Testicoli ed epidimi regolari per morfologia ed ecostruttura.
Il didimo sinistro risulta leggermente più piccolo del controlaterale
Non dilatazione dei plessi pampiformi anche in stazione eretta e con manovra di Valsalva.
Non segni di reflusso all'indagine eco color doppler.

Spermiogramma niente buono:
continenza: 5 giorni
quantità: 3 ml
colore: opalescente / bianci avorio
fluidificazione : nella morma
Viscosità: lievemente aumentata (+--)
Ph : 8.0
Vitalità 75%
caratteri microscopici
numero spermatozoi: 0.1 milioni/ml
leucociti : 0.1 milioni/ml
emazie : assenti
batteri : assenti
zone di spermioagglutinazione : non evidenziabili
Forme normali: 20%
Forme anormali : 80%
Anomalie testa : 40%
Anomalie Coda : 40 %
motilità dopo 2 ore
Rapidamente progressivi: 25%
debolmente progressivi : 25%
In situ : 10%
immobili : 40%
Osservazioni OLIGOSPERMIA

Alla prima visita Andrologica l'andrologo oltre a cio che mi ha operato mi aveva diagnosticato una Varicocele di 2° grado (ipotrofia testicolo sinistro lieve) Spero di aver scritto giusto in quanto la scrittura non è molto chiara.

Dopo l'intervento alla dimissione l'andrologo mi ha comunicato che alla visita che andrò tra una 30 di giorni prenderemo in considerazione la varicocele.
Ma a questo punto mi chiedo come mai nell'ecografia scrotale non si è visto niente .
Come mai lo spermiogramma non è buono .
Può essere che a causa della fimosi lo sperma non avesse le qualità giuste.
Può essere che uno dei due esami non sia corretto (spermiogramma o ecografia)....
Con questi valori di spermiogramma si può considerare infertilità.

Ringrazio fin da ora coloro che mi potranno aiutare a risolvere questo dubbio prima di vedere il mio andrologo di fiducia.

PS. Scusate se ho usato qualche termine scorretto

Grazie


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
proprio non so dirle, in effetti esiste una discrepanza fra quanto rilevato dall' ecodoppler e quanto rilevato clinicamente.
Faccia presente questa discrepanza al suo andrologo, magari anche facendo riferimento a questa risposta, e vede cosa le dice. Le sarei molto grato se mi tenesse informato.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
il suo quadro clinico è ancora tutto da valutare e definire.
Primo passo da fare èquello di ripetere l'esame del liquido seminale .
Se confermata la sua dispermia bisogna poi riconsultare il suo andrologo e con lui valutare tutti i passi diagnostici successivi da fare per arrivare a capire il perchè di questa sua situazione clinica.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#3] dopo  
Utente 886XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio infinitamente e vi terrò informati

una altra domanda è possibile che avendo portato da casa il liquido seminale al centro analisi di sabato mattina non abbiano fatto subito l'esame !!!
Scusate se chiedo ma è per informazione.
ho pensato di ripetere l'esame in un altro centro per vedere se ci sono differenze.
secondo voi la fimosi può portare a dei valori sballati nel l'esame del liquido seminale.

grazie mille ancora
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
non so lo chieda al centro analisi. ci sappia dire
[#5] dopo  
Utente 886XXX

Iscritto dal 2008
Con questi valori di spermiogramma si può considerare infertilità.
la mia oligospermia è grave??

Grazie ancora siete sempre molto gentili
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
il campione di liquido seminale portato da "fuori" non è mai un comportamento consigliato e lo si riserva, come atteggiamento, a situazioni cliniche "particolari". Comunque a questo punto bisogna ripetere l'indagine. Se si dovesse confermare il numero già riferito, cioè 100.000 spermatozoi per ml invece dei 20.milioni considerati come limite inferiore normale, il quadro è chiaramente da rivalutare senza perdere tempo con molta attenzione.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#7] dopo  
Utente 886XXX

Iscritto dal 2008
gentile dott. Beretta il giorno prima di fare l'esame del liquido seminale ho chiamato il centro analisi chiedendo se dovevo portare il liquido seminale nel vasetto delle urine oppure se l'esame veniva fatto li da loro
(premetto che era la prima volta e quindi non sapevo come comportarmi)
Oltretutto ero un po sotto stress sia per il post-operatorio cosa risultata invece abbastanza sopportabile tranne i primi giorni cosa più che normale sia per il lavoro ....
Al centro analisi mi hanno detto che era meglio portarlo da casa ho letto su internet che il liquido seminale doveva essere portato entro 30 minuti da casa mia al centro sono circa 15 minuti quindi in totale saranno passati una ventina poco più. tutto cio fatto di sabato mattina ora non so. sicuramente mi rivolgerò in un'altro centro che ne pensa del comportamento di questo centro analisi..

Grazie mille ancora
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
se la struttura non fa molti esami del liquido seminale non ha neppure un "sito" dove far raccogliere il campione e quindi invita a portarlo da casa. Ma la cosa più corretta da fare è quella di raccogliere il campione in sede e subito tenerlo in una situazione protetta a circa 35-36 gradi Celsius. A proposito ha preso antibiotici durante o dopo l'intervento . Questo è un fattore che può far posticipare di qualche settimana l'esame stesso.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
a questo punto le consiglio di rifare spermiogramma in un centro che lo faccia in loco: chiami 049.821.2872 è laoratorio dedicato università di Padova, via Ospedale 105, per queste cose. Chiami dal lun-ven. 10.30-12.30 e vada con impegnativa del medico
[#10] dopo  
Utente 886XXX

Iscritto dal 2008
Al dott. Beretta
Ciò che lei mi ha scritto l'ho pensato anch'io però era l'unico centro analisi più vicino (non so se posso citare il nome)infatti quando ho chiamato mi è sembrato strano che me lo facessero portare da casa quando sono andato a fare l'impegnativa dalla dottoressa ho chiesto come veniva fatto ovvero se bisognava portarlo o farlo in loco lei mi ha deto che di solito si fa direttamente al centro analisi a seguito dell intervento ho preso degli antidolorifici (tachipirina 1000) cmq devo aspettare la guarigione per rifare l'esame i punti non si sono ancora sciolti del tutto.
Certo che non si sa mai come comportarci perfortuna esiste la vostra buona volontà d'aiuto

Al dott. Cavallini

Grazie mille quanto mi consiglia di aspettare prima di rifare l'esame visto che ho fatto l'intervento 11 giorni fà
sicuramente vedrò prima l'andrologo al controllo..

Grazie
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
aspetti la completa guarigione della ferita chirurgica.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#12] dopo  
Utente 886XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille...
Gentilmente volevo approffitare per porle un'altra domanda.
avendo fatto la circoncisione ho una sensibilità al glande pressochè normale "penso" .. premettendo che sono 11 giorni e ho ancora le garze a seguito delle medicazioni giornaliere quanto ci vuole mediamente per la cheratinizzazione . Una volta assorbiti i punti e meglio tenere scoperto dalle garze o si può proteggere .Mi scuso per come mi sono spiegato...

Cordiali Saluti
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
una volta assorbiti e "persi" i punti non bisogna più tenere nessuna garza.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#14] dopo  
Utente 886XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio mi sa indicare più o meno quanto ci vuole per la cheratinizzazione

Cordiali Saluti
[#15] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
A posto,
ci sappia dire circa quella difficoltà interpretative e nuovo spermiogramma