Utente 370XXX
Buongiorno, avrei bisogno di un vostro parere riguardo al mio problema. Ho 52 anni, sono normopeso e faccio una moderata attività fisica, non bevo alcolici e fumo 5 sigarette al giorno. Da anni passo dei periodi in cui avverto battiti del cuore accelerati ( frequenza circa 90/95 battiti al minuto specie dopo i pasti) accompagnati da aritmie, avverto come un"tuffo" al cuore e piccole fibrillazioni. L'anno scorso ho effettuato una visita cardiologica nella quale è risultato tutto nella norma , il cardiologo ha posto la causa soprattutto nel mio carattere ansioso . Adesso è da una ventina di giorni che la sera quando sono coricata avverto aritmie che durano diversi minuti , più forti del solito, battiti molto accelerati e una strana sensazione di salita di pressione alla testa che dura qualche secondo accompagnata da una sensazione di caduta in un baratro; il battito cardiaco mi rimbomba nelle orecchie e questo si accompagna a panico e angoscia. Sono molto preoccupata, chiedo se secondo voi sarebbe il caso di effettuare un'ulteriore visita specialistica, e soprattutto se questi sintomi possono essere la spia di qualche patologia più seria! Ringrazio per la vostra cortese risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Più che latro le dovrebbe programmare un'holter delle 24 ore per valutare la effettiva presenza di aritmie, classificare e vederne il comportamento nelle 24 ore.
Ne parli con il suo medico e si tolga anche quelle 5 sigarette dai piedi.

arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio infinitamente per la gentile risposta, seguirò il suo consiglio! Cordiali saluti.