Utente 375XXX
Salve dottore ho un problema con le gengive: da mesi e mesi ogni volta che lavo i denti sanguinano nonostante io faccia attenzione a non spazzolare troppo forte e nonostante segua il movimento corretto che mi ha indicato l'igienista . Inoltre in corrispondenza dei denti davanti dell'arcata inferiore le gengive si sono un po' ritirate e lasciano abbastanza scoperti i denti. Il mio dentista mi ha spiegato che la situazione è stata determinata da anni di ortodonzia che ,mi ha detto,è sempre un trauma per le gengive però per risolvere il problema non mi ha saputo consigliare nulla..io uso ad esempio il dentifricio Parodontax ma non ho visto miglioramenti. Lei mi può consigliare cosa fare? Se magari è necessario che io utilizzo dei dentifrici o colluttori più specifici? Perché ho paura che a lungo andare questo possa rappresentare un problema.
Inoltre ho un'altra domanda : soffro anche di alitosi penso determinata dal fatto che ho il morso aperto..sulla lingua in fondo ho una leggera patina Grigiastra che a suo tempo il dentista mi disse che era proprio quella a determinare il problema dell'alitosi e che poteva anche essere determinaTa da cattiva digestione oltre che dal morso aperto. Per questo problema mi potrebbe Consigliare qualcosa?
La ringrazio anticipatamente!
[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Quante domande!
Cerco di esere sintetico
1) gengive ritirate e sanguinanti = parodontite iniziale
da valutare clinicamente ,se esistono tasche,ecc= terapia
conservativa non chirurgica = igiene + scaling+ courettage
2) le recessioni gengivali = necessaria una diagnosi sul tipo di recessioni,che dal punto di vista clinico nosografico vengono classificate in 4 Classi di Miller,a seconda
della gravità( e questo lo può valutare un parodontologo).
Esiste una serie di fattori eziologici che possono causare recessione gengivale:

- Le malattie parodontali: sono la causa principale della recessione gengivale.( vedi anche punto 1)

- Fattori genetici: Alcune persone possono essere più suscettibili alla recessione gengivale a causa di una predisposizione genetica alle malattie parodontali.

- Pulizia aggressiva dei denti: imprimere una forza eccessiva sui bordi gengivali o usare uno spazzolino a setole dure può causare recessione gengivale(o anche lo spazzolino elettrico....)

- I cambiamenti ormonali: Le fluttuazioni dei livelli ormonali durante la vita di una donna , nella gravidanza o nella menopausa possono rendere le gengive più sensibili e più vulnerabili alla recessione gengivale.

- Il fumo: Il fumo di tabacco riduce la risposta fagocitaria e la perfusione tissutale quindi predispone alla gengivite quindi alla recessione gengivale.

- Il bruxismo: il digrignamento o l’eccessivo serramento dei denti predispone alla recessione gengivale.

- Piercing del labbro o della lingua: Lo sfregamento del materiale metallico sulla gengiva e sui denti promuove il processo di recessione gengivale.

- cause iatrogene = non buona igiene durante ortodonzia o
forze ortodontiche inappropriate.
3) morso aperto= ma che terapia ortodontica è stata fatta?
per una 3^ classe? ( 3^ classe = prognatismo mandibolare)
o per un morso aperto scheletrico in 1^ classe dentaria da
deglutizione atipica? o altro?
4) persistendo la "deglutizione atipica" = lingua tra i denti
quando ingoia,ecco spiegata la patina sulla lingua, eccetera
eccetera: viene a mancare la parte fondamentale iniziale
del processo digestivo( prima digestio fit in ore...dicevano
gli antichi),nel senso che è portata ad ingoiare il bolo
alimentare.
5) infatti La fase orale digestiva incomincia, nel momento in cui la lingua da inizio al movimento posteriore del bolo =La lingua si muove in alto e indietro mettendosi in contatto con il palato con un’azione di schiacciamento (a tubo di dentifricio) e di rotolamento spingendo il bolo fino al suo confine posteriore verso
l’orofaringe, mentre la mandibola è mantenuta chiusa per azione dei muscoli temporale, massetere, pterigoideo interno ed esterno.
6) quando cio' si verifica insorgon disturbi digestivi e gastroesofagei per cui = lingua impaniata = alitosi.

CONSIGLI: rivalutare il trattamento ortodontico,ma ancor prima
rivalutazione gnatologica a causa del morso aperto e valutare se bruxa.
Poi valutazione parodontale e terapia consequenziale.
Credo di essermi dilungato un po' troppo,ma se ha diversi
problemi,diverse devono essere le soluzioni.
Buona Serata

https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343

Dott. De Socio
[#2] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio dottore è stato molto esaustivo! Comunque assumo la pillola (dato che lei accennava ai cambiamenti ormonali). Il morso aperto è dovuto al fatto che ingoio in maniera sbagliata con la lingua contro i denti perché sono anche andata da un logopedista per correggere questo problema dato che mi venne detto che il bite da solo ,senza correggere il fatto di deglutire male e mettere la lingua tra i denti ,non sarebbe servito. Per fortuna non ho problemi di bruxismo. Avevo iniziato a fare le lastre per un nuovo bite ma poi l'otorino (al quale mi ero rivolta per dei problemi di leggeri acufeni poi risolti dovuti però a tutt'altro che alla malocclusione) mi aveva consigliato se non bruxo di non farlo o di farlo morbido per evitare eventualmente di avere poi problemi alle orecchie. A questo punto però seguirò i suoi suggerimenti per cercare di risolvere dato che non sapevo assolutamente il fatto della digestione legato alla malocclusione . La ringrazio molto!
[#3] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Dimenticavo di dirle che la terapia ortodontica è stata fatta per il palato che era molto piccolo e per il fatto che avevo gli incisivi superiori storti .Tuttora porto le contenzioni (spero sia il termine corretto) .All'epoca del bite che avevo da più piccolo il morso aperto era molto meno accentuato.
[#4] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Probabilmene tenterei ancora con la riabilitazione neuromuscolare della lingua anche se alla sua età non è
facile rimodulare il meccanismo della deglutizione.
Senta ancora la logopedista.
Buona Serata